google-maps Fonte foto: Shutterstock
APP

Google Maps ti dice dove ricaricare l'auto elettrica

Google ha aggiornato la sua famosa applicazione per le mappe per inserire al suo interno la posizione delle colonnine di ricarica per auto elettriche

17 Ottobre 2018 - Finalmente, dopo anni di titubanza, abbiamo finalmente deciso di comprare una macchina elettrica. Tutto molto bello ma mentre non siamo in casa dove possiamo ricaricare il nostro veicolo elettrico? Nessun problema, ce lo dice Google Maps.

L’applicazione di cartografia digitale di Mountain View ha da poco implementato  una nuova funzione per segnalare agli utenti dove si trovano le colonnine di ricarica per auto elettrica più vicine a noi. In pratica, si tratta della stessa funzione che ci segnala ristoranti, bancomat, distributori di benzina o gas. Semplicemente tra i vari luoghi segnalati sull’app Google ha aggiunto anche le colonnine con le prese di ricarica elettrica, vista soprattutto la grande diffusione che le auto di questo tipo stanno avendo in alcune grandi città. La nuova funzione per la segnalazione dei punti di ricarica per le auto elettriche è già stata rilasciata sia sulla versione Android di Google Maps sia su quella per dispositivi iOS.

Come funziona il servizio di segnalazione per la ricarica dell’auto elettrica di Google Maps

Su Google Maps troveremo segnate tutte le colonnine elettriche più vicine a noi. Non solo quelle dei comuni o quelle di aziende private di car sharing ma qualsiasi colonnina possa ritornarci utile per ricaricare la nostra auto elettrica e tornare a casa. A questo punto molti di voi si staranno chiedendo: ma cosa devo chiedere a Google Maps per trovare il punto di ricarica più vicino per la mia auto? Niente di più facile, una volta sull’applicazione andiamo nella barra di ricerca in alto e inseriamo parole chiave come “colonnine elettriche” o “Ev charging station”, e in pochi secondi l’app ci fornirà una lista di risultati in base alla nostra posizione. Per ogni colonnina viene indicato il nome dell’azienda che lo gestisce, se esiste un’applicazione per gestire la ricarica e gli eventuali orari di funzione del servizio. Al momento l’unica pecca della funzione è che non segnala agli utenti se un punto di ricarica e occupato oppure libero, e non dà nemmeno un grafico dell’affluenza media per orario, come invece avviene con le altre attività su Google Maps. È probabile però che in futuro anche questi dati verranno inseriti da Mountain View sul suo servizio per le mappe.

Contenuti sponsorizzati