Google Pay Fonte foto: Shutterstock
HOW TO

Google Pay ufficiale in Italia, cos'è e come funziona

Il servizio di pagamento contacless di Google è finalmente disponibile anche nel nostro Paese. Scopri come funziona e le banche compatibili

19 Settembre 2018 - Google ha rilasciato anche in Italia il servizio per i pagamenti contactless da smartphone, Google Pay. Il sistema, attivo negli Stati Uniti già da diverso temp, potrà essere utilizzato da tutti gli utenti Android italiani (a patto di avere un sistema di pagamento compatibile) dal 19 settembre 2019.

A voler essere precisi, Google Pay è più di un semplice sistema di pagamento contacless da smartphone. Può essere usato infatti anche come sistema di pagamento per gli acquisti online e nelle applicazioni. Si tratta di una sorta di servizio di pagamento senza fili in stile carta di credito e integrato direttamente nel nostro telefono. Al tempo stesso, però, Google Pay fornisce servizi simili a quelli di PayPal, permettendo di inviare denaro a utenti della stessa piattaforma. Per iniziare a usare Google Pay basta scaricare l’applicazione presente su Play Store e seguire la procedura iniziale di configurazione. Inoltre, esiste anche il sito web ufficiale del servizio dal quale potremo controllare tutte le nostre attività, i metodi di pagamento e gli abbonamenti attivi.

Google Pay in Italia, come funziona

Google Play, in sé per sé, è piuttosto semplice da utilizzare. Una volta installata l’app dobbiamo impostare un metodo di pagamento valido, inserendo il numero di una carta di credito emessa da una banca che supporta Google Pay sin dal lancio. Dopo aver fatto questo passaggio preliminare passiamo direttamente alla schermata principale, suddivisa in  tre sezioni: Home, Pagamenti e Pass. La prima sezione è l’homepage dove ci vengono spiegati i vantaggi di Google Pay e dove troviamo la sezione Aiuto per avere una mano in caso di difficoltà nell’utilizzo dell’app. Nella sezione pagamenti possiamo controllare i nostri movimenti e aggiungere o rimuovere una nuova carta di credito. Infine, nella sezione Pass troviamo i buoni regalo o le carte fedeltà salvate all’interno dell’app. Qui possiamo anche aggiungere le nostre carte e i nostri buoni scansionando con la fotocamera del nostro smartphone il codice a barre della carta oppure aggiungendo manualmente il suo codice ID.

Google Pay, le banche supportate in Italia

Al momento non tutte le banche del nostro Paese supportano i servizi di Google Pay, anche se è probabile che tutte lo faranno al più presto, al massimo entro le prossime settimane. Per ora Google Pay è già attivo in Italia con questi gruppi bancari e le carte di credito che emettono: Boon, Hype, Banca Mediolanum, N26, Nexi, Revolut, Tim Pay e Widiba. Poste Italiane e Carta BBC hanno fatto sapere che entro pochi giorni integreranno i pagamenti su Google Pay a tutti i loro servizi.

Google Pay, negozi e servizi compatibili in Italia

I negozi che supporteranno o che già supportano i pagamenti in Italia con Google Pay saranno contraddistinti da un logo particolare esposto in vetrina. Comunque, tutti i punti vendita che hanno un terminale POS con pagamenti contactless sono compatibili con il servizio di Google. Tra le catene di negozi più diffuse in Italia queste di seguito hanno già fatto sapere di avere la possibilità per i consumatori di pagare con Google Pay: Esselunga, McDonald’s, H&M, Leroy Merlin, Autogrill, Bennet, Lidl e Limoni. Ma la lista è molto più lunga. I siti e i servizi online sui quali possiamo già usare Google Pay nel nostro Paese sono invece booking.com, Flixbus, Deliveroo e Vueling. Anche in questo caso nelle prossime ore o al massimo nei prossimi giorni la lista è destinata ad aumentare a dismisura.