SMART EVOLUTION

I migliori smartphone per durata batteria

L'autonomia della batteria è una delle caratteristiche più importanti in uno smartphone: ecco i migliori smartphone del 2019

8 Luglio 2019 - La durata della batteria è oggi un parametro sempre più importante nella scelta dello smartphone. I costruttori offrono modelli sempre più potenti, con sempre più RAM e memoria interna e, soprattutto con grandi schermi molto luminosi. Tutto questo consuma molta energia.

A far la differenza nella durata di una carica di batteria dello smartphone, però, non è solo la capacità dell’accumulatore. Certamente una batteria da oltre 4.000 mAh dura di più di una da 3.000 mAh, ma a parità di capacità molto fa anche l’ottimizzazione software, che accende e spegne le varie componenti dello smartphone e le fa viaggiare a piena potenza o a potenza ridotta in base all’utilizzo reale. Oggi tutti gli smartphone 2019 di fascia media e alta arrivano abbastanza tranquillamente accesi a fine giornata, almeno se li usiamo in modo moderato.

Ma cosa succede in caso di utilizzo intenso? Se lo è chiesto la testata americana CNET, che ha messo sotto torchio i migliori smartphone 2019 e ha selezionato i migliori 6 per durata della batteria. Eccoli.

Apple iPhone XR

L’iPhone “economico” 2018 è universalmente riconosciuto come un prodotto molto valido, nonostante i compromessi fatti da Apple per venderlo ad un prezzo accessibile (quasi) ai più. Ha una batteria da soli 2.942 mAh, ma ha retto ai test di CNET per 19 ore e 53 minuti, segno di una ottima ottimizzazione software da parte di Apple.

Samsung S10 Plus

L’attuale top di gamma di Samsung ha una batteria da 4100 mAh, che gli ha permesso di restare acceso per 21 ore nonostante il grande e luminosissimo schermo AMOLED. Anche il Samsung S10 normale, con batteria da 3.400 mAh, si è comportato bene: 18 ore prima di spegnersi.

Motorola Moto G7 Power

Il Motorola Moto G7 Power è il cellulare con la durata della batteria maggiore di tutta la comparativa smartphone 2019 di CNET: ben 23 ore e 10 minuti. Il segreto lo sanno tutti: un’enorme batteria da 5.000 mAh, la capacità più alta tra tutti i modelli testati.

Huawei P30 Pro

Niente male anche l’autonomia del flagship di Huawei, il P30 Pro, che con 4.200 mAh di batteria resta acceso per 22 ore e 57 minuti nonostante lo schermo OLED da 6,47 pollici e un hardware da primo della classe. Anche il fratello minore P30 non scherza: 21 ore e 31 minuti, con la sua batteria da 3.650 mAh.

Samsung Galaxy Note 9

In attesa del Samsung Galaxy Note 10, in uscita il 7 agosto, il Note 9 resta ancora un ottimo smartphone anche per quanto riguarda la durata della batteria: 19 ore e 20 minuti non sono affatto pochi per un device con display AMOLED da 6,4 pollici, 512 GB di memoria di archiviazione e 8 GB di RAM. Senza contare il SoC Samsung Exynos 9810 con otto core, che è potente ma non è più recentissimo.

LG V50 ThinQ

Il V50 ThinQ di LG ha una buona batteria da 4.000 mAh, ma lo schermo OLED da 6,4 pollici, lo Snapdragon 855, i 6 GB di RAM e i 128 GB di memoria interna consumano un bel po’. Si è fermato a 17 ore e 49 minuti, ma è piaciuto per le 5 fotocamere e soprattutto per la connettività 5G.