macbook apple Fonte foto: Nanain / Shutterstock.com
APPLE

I nuovi MacBook Pro avranno il lettore di schede di memoria SD

Nuove indiscrezioni sul conto dei MacBook Pro con chip M1X raccontano del ritrovato supporto alle schede SD ma anche di un quantitativo di RAM "limitato"

Si è creato un clima di attesa intorno alla prossima generazione di MacBook Pro con chip M1X che debutteranno entro fine anno, a giudicare dalle ultime indiscrezioni sul tema. Ma non è sul periodo di uscita che i rumor si concentrano oggi, quanto piuttosto su un ritorno dopo un’attesa durata oltre cinque anni.

I MacBook Pro con chip M1X dovrebbero far tornare d’attualità il lettore di schede di memoria SD, strumento in effetti molto utile a chi utilizza il Mac per lavoro e svolge delle professioni che richiedono un frequente scambio di dati, pensiamo ai video maker oppure ai fotografi. L’ultimo MacBook Pro con supporto alle schede SD era arrivato nel 2015, poi sulle generazioni successive i professionisti ma anche i semplici appassionati hanno dovuto ripiegare su sistemi diversi spesso meno comodi e veloci dello slot per schede SD, come il trasferimento dei contenuti multimediali tramite cavo USB.

Il ritorno delle schede SD su un MacBook Pro

L’indiscrezione odierna sui prossimi MacBook Pro con chip M1X proviene dallo youtuber Luke Miani, che non insiste solamente sulla presenza del lettore di schede SD: secondo le informazioni in suo possesso, i nuovi MacBook Pro avranno anche la retroilluminazione sul tasto del Touch ID, lo sblocco tramite riconoscimento dell’impronta digitale, ma potrebbero non andare oltre i 32 GB di RAM, un quantitativo più che sufficiente per molti scopi ma che invece per altri potrebbe essere limitante.

E se la presenza del lettore di schede SD era già stata proposta da altre fonti, secondo Miani la novità vera sarà rappresentata dal supporto UHS-II ad alta velocità di trasferimento, raggiungendo infatti velocità massime di 312 MB per secondo a fronte dei circa 100 MB per secondo delle schede SD tradizionali. Aspetto importante è che se così dovesse essere comunque il lettore sarebbe compatibile con le SD di tipo UHS-I.

Lo youtuber ha commentato così l’indiscrezione: “Il supporto ad UHS-II dei prossimi MacBook Pro sarà una novità importantissima per fotografi ed editor video, categorie che hanno davvero bisogno di slot per schede di memoria SD! È stato piacevole apprendere da diversi rumor che lo slot SD sta tornando di moda, ma avere pure il supporto ad UHS-II è una gran bella notizia".

Touch ID retroilluminato e dubbi sulla RAM

Sul fronte della retroilluminazione per il tasto del Touch ID non ci sono molti dettagli, mentre sempre a detta dello youtuber i nuovi MacBook Pro non potranno essere configurati con oltre 32 GB di memoria RAM. L’indiscrezione cozza con quella distribuita da Bloomberg qualche tempo fa, secondo la quale i prossimi MacBook Pro avrebbero anche una configurazione con 64 GB di RAM, quando gli attuali MacBook con chip M1 arrivano a 16 GB.

Nel passato di Miani, fa notare 9to5mac, non ci sono solo indiscrezioni che col senno di poi si sono rivelate corrette. Quindi ancora una volta è importante ricordare come quando si tratta di voci, rumor, e simili bisogna sempre prendere le informazioni con il dovuto scetticismo.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963