xiaomi fotocamera zoom retrattile Fonte foto: Xiaomi
ANDROID

I prossimi Xiaomi avranno una fotocamera con ottica professionale

Il produttore cinese di smartphone mira a fare il salto di qualità: trattative in corso con Hasselblad per dotare i prossimi top di gamma di ottiche di altissimo livello.

Xiaomi si è messa in testa di fare il salto di qualità e di sostituire Huawei nel ruolo di produttore di smartphone cinesi premium. E per farlo sa benissimo che i suoi smartphone devono avere una caratteristica fondamentale: una super fotocamera, che fa fotografie eccellenti. E per fare foto eccellenti servono due cose: un sensore ad altissima risoluzione e un’ottica professionale.

Il produttore cinese, da anni ormai, ha risolto il primo problema: gli smartphone di Xiaomi hanno fotocamere ad altissima risoluzione e l’ultimo top di gamma, lo Xiaomi Mi 11 appena presentato, lo conferma con il suo sensore principale da 108 MP. Ma nonostante i sensori “ultra" le fotocamere di Xiaomi non sono mai state eccellenti, a causa di lenti non all’altezza del sensore. Xiaomi avrebbe deciso di risolvere questo problema seguendo la strada già tracciata da altri concorrenti, cinesi e non: allearsi con un grande e prestigioso nome internazionale della fotografia professionale. Questo nome è Hasselblad.

Chi è Hasselblad

Nel mondo dell’elettronica di consumo sono in pochi a conoscere il marchio svedese Hasselblad, ma non è così nel mondo della fotografia digitale. Hasselblad è probabilmente il miglior produttore al mondo, almeno al momento, di macchine fotografiche professionali di medio formato.

La sua X1D, che costa circa 6 mila euro, è l’oggetto del desiderio di moltissimi fotografi professionisti e dei fotoamatori che possono permettersela.

Xiaomi sceglie Hasselblad?

Hasselblad, quindi, non solo è garanzia di qualità delle ottiche ma ha anche un nome e una fama notevoli. Xiaomi lo sta e starebbe trattando con la casa svedese per realizzare insieme la fotocamera principale dei prossimi smartphone top di gamma. In questo modo non solo la qualità delle foto aumenterebbe notevolmente, ma crescerebbe anche il prestigio di Xiaomi e la sua appetibilità per chi cerca un “camera phone“.

A riportare la notizia della trattativa in corso tra Xiaomi e Hasselblad è stato il leaker cinese Digital Chat Station, su Weiboo. Un leaker di solito abbastanza affidabile. Ma, oltre al leaker affidabile, a dar credito a questa notizia è l’idea stessa di uno smartphone Xiaomi con ottica professionale.

Altri competitor, infatti, hanno già fatto lo stesso e con ottimi risultati: Huawei ha un nome e un mercato anche grazie alle ottime ottiche Leica dei suoi sensori (usate anche nell’ultimo flagship Mate 40 Pro), mentre Vivo recentemente si è affitata a Zeiss per le ottiche del suo ultimo X60. Insomma, il binomio smartphone cinese e ottica famosa funziona e Xiaomi lo sa.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963