Un pacco di Natale con un tablet e uno smartphone
SICUREZZA INFORMATICA

I regali di Natale possono spiarci: i più sicuri secondo Mozilla

Mozilla ha realizzato una guida di dispositivi sicuri e altri meno sicuri in maniera tale da sapere cosa stiamo regalando ad amici, colleghi e parenti a Natale

La sicurezza informatica è uno degli aspetti da tenere in maggiore considerazione al giorno d’oggi quando navighiamo online e quando usiamo i nuovi dispositivi elettronici. Ecco perché sarebbe una bella idea per i prossimi regali di Natale acquistare dei dispositivi che non ci spiino o non monitorino i nostri dati personali.

In questo periodo dell’anno di frenetico shopping online, tra le offerte del Black Friday e i primi acquisti in vista dei regali di Natale anche Mozilla, la fondazione che si occupa dello sviluppo (tra gli altri software) di Firefox, ha pubblicato la sua versione, abbastanza personale, di una lista di prodotti che raccolgono dati sulle nostre abitudini e potrebbero usarle per “spiarci”. Mozilla ha creato una lista di oggetti per il lavoro, lo svago e una serie di prodotti elettronici di tendenza che se acquistati non metteranno a rischio la nostra privacy e la nostra sicurezza sul web. Ecco allora i principali consigli per fare un regalo bello e sicuro ad amici, parenti o colleghi.

I consigli per gli acquisti di Natale di Mozilla

Per aiutare gli utenti ad acquistare per Natale i migliori dispositivi che rispettino la nostra sicurezza informatica Mozilla ha creato una lista, chiamata Privacy not Included, dove indica tutti i potenziali pericoli che i nostri dati personali possono correre se usiamo o regaliamo un determinato device elettronico. I prodotti che hanno superato i requisiti richiesti da Mozilla sono stati contrassegnati da un emoji sorridente che identifica un acquisto sicuro: tra questi troviamo Nintendo Switch, Google Home, Amazon Echo, Apple TV, iPad, Sony PS4 e Microsoft Xbox One.

Per ottenere il bollino “Acquisto sicuro” da parte di Mozilla il dispositivo elettronico deve utilizzare la crittografia, deve avere aggiornamenti di sicurezza automatici e costanti  e deve richiedere agli utenti di modificare la password predefinita al momento della prima installazione. Inoltre deve esserci un centro assistenza facilmente raggiungibile in caso di bug, scoperta di vulnerabilità o altre falle legate alla sicurezza informatica che potrebbero mettere a repentaglio i nostri dati più riservati. A questo punto vi starete chiedendo quali sono gli oggetti smart più pericolosi e da non regalare a Natale. Diciamo subito che dipende da produttore a produttore però in linea generale stando al report Mozilla i device più a rischio sono: i fitness tracker, i termostati intelligenti, le bilance elettroniche connesse, i peluche per bambini smart, alcuni tablet Android, diversi droni low-cost e i servizi di sorveglianza tramite camere IP.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963