4g luna nokia nasa Fonte foto: Shutterstock.com
TECH NEWS

Il 4G sta arrivando sulla Luna e il suo ruolo è fondamentale

Portare la rete 4G sulla Luna per le comunicazioni spaziali: a cosa serve e perché è importante il progetto Nokia 4G on Moon in collaborazione con la NASA

Portare le comunicazioni attraverso una rete 4G anche sulla Luna. Questa la sfida che la NASA ha affidato al Bell Labs di Nokia siglando un contratto da 14,1 milioni di dollari affinché la tecnologia di comunicazione 4G anche sul satellite del pianeta Terra con il progetto chiamato Nokia 4G on Moon.

Non è la prima volta che Nokia lavora a un progetto per portare la rete 4G LTE sulla Luna. Dai prototipi di un progetto nato nel 2018, e mai realizzato, i Bell Labs hanno implementato il nuovo hardware e lo hanno adattato alle richieste dell’agenzia spaziale NASA. La tecnologia 4G sarà implementata su un rover inviato sulla Luna, così da poter creare una rete cellulare che servirà a migliorare la comunicazione spaziale. I rover e i lander potranno così inviare grandi quantità di dati e video ad alta risoluzione in modo più veloce dal satellite fino a terra.

Nokia e il 4G dalla Terra alla Luna

Tutto nasce da un progetto di Nokia realizzato nel 2018 in collaborazione con Vodafone e Audi per lo sviluppo di una rete LTE lunare privata. Il progetto non è mai stato realizzato, ma i laboratori della società finlandese hanno trovato un modo per riutilizzare la tecnologia sviluppata, adattandola alle esigenze dell’agenzia spaziale statunitense. Come spiegato da Thierry Klein, che gestisce l’Enterprise and Industrial Automation Research Lab presso Bell Labs, i prototipi delle apparecchiature sono stati riadattati e testati in speciali camere di prova che simulavano l’ambiente lunare. Grazie a questi test, Nokia è stata in grado di sviluppare un nuovo prototipo di hardware per portare il 4G sulla Luna.

Nokia 4G on Moon: come funziona il prototipo

Nessuna torre per cellulari alta oltre 30 metri: il nuovo hardware sviluppato dal Bell Labs di Nokia sarà implementato su un rover realizzato da Intuitive Machines, alto tra i 3 e i 5 metri e progettato per garantire all’apparecchiatura di rete 4G di resistere a radiazioni, fluttuazioni di temperatura e vibrazioni. I moduli implementati sul rover lunare saranno quindi più simili ai dispositivi small cell, quelli che attualmente vengono utilizzati per rinforzare le reti cellulari a livello stradale.

Anche se l’assenza di atmosfera aiuterà la propagazione del segnale, la portata potrebbe essere piuttosto limitata. I ricercatori di Nokia lavorano quindi a due diversi casi: un sistema di comunicazione a corto raggio (dai 300 ai 400 metri) e un pacchetto LTE più potente per l’invio del segnale fino a 5 chilometri di distanza.

4G sulla Luna: perché è importante per la NASA

Se sulla Terra l’industria della telefonia mobile spinge sulla diffusione dello standard 5G, sulla Luna la presenza di una rete cellulare 4G offrirà molteplici vantaggi e garantirà alla NASA la possibilità di utilizzare lo standard LTE per le comunicazioni Luna-Terra, così da semplificare le trasmissioni spaziali. Sfruttando la tecnologia 4G, i rover e i lander lunari delle prossime missioni spaziali sulla Luna potranno inviare video ad alta risoluzione e dati scientifici a velocità più elevate, oltre ad aprire la strada a nuove funzionalità nella comunicazione spaziale.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963