porte usb laptop Fonte foto: Shutterstock
SMART EVOLUTION

Il più grande problema dei laptop moderni e la sua soluzione

Tanta leggerezza e facilità di trasporto impattano negativamente sull'espandibilità dei laptop, che hanno sempre meno porte integrate: ecco come risolvere il problema spendendo pochissimo

I laptop, nel giro di pochissimi anni, sono stati migliorati in modo incredibile dai produttori: da computer “trasportabili“, poco e con difficoltà a dire il vero, dal peso di oltre 4 chili, con terribili schermi da 12-13 pollici, con componenti hardware lentissimi e con una batteria da (se andava bene) un paio d’ore a vere e proprie macchine da lavoro, che pesano meno di due chili, con schermi grandi e luminosi e una elevata autonomia, nonostante le performance ormai più che sufficienti per fare quasi tutto.

Un difetto dei laptop, però, è rimasto e, forse, è anche diventato più grande che in passato: l’espandibilità molto scarsa, legata alla presenza di poche porte, soprattutto USB. Il motivo di tutto ciò è facile da capire: se il computer deve essere piccolo, leggero, sottile e facile da trasportare ovunque non c’è molta possibilità di inserire tante porte USB, una porta HDMI per il monitor esterno, magari anche il lettore di schedine microSD. Insomma, l’espandibilità è stata sacrificata sull’altare della leggerezza e della mobilità e non si possono criticare troppo i produttori. Anche perché, a dirla tutta, la soluzione esiste e costa anche poco: è l’hub USB-C.

Hub USB C: come deve essere

Tutti i migliori laptop moderni, almeno quelli ultraportatili, hanno pochissime porte: spesso solo due USB-C, una delle quali serve per l’eventuale alimentazione. L’altra, invece, serve anche da uscita video per un monitor esterno. Se vogliamo usare questi laptop come sostituti del desktop a casa o in ufficio, con alimentatore e monitor sempre connessi, ci troviamo quindi senza nemmeno una porta libera a disposizione.

Un buon Hub USB deve risolvere questo problema: deve avere una buona uscita HMDI, tante porte USB e, se possibile, anche un lettore di schede di memoria (che è sempre più raro sui notebook). Una cosa a cui fare moltissima attenzione è l’uscita HDMI: deve essere a 4K (perché non connettere il laptop alla smart TV per vedere una bella serie o un film in streaming?) e deve supportare la frequenza di refresh di 60 Hz.

Molti Hub in circolazione hanno l’uscita 4K, ma a leggere bene le specifiche si scopre che si fermano a 30 Hz di refresh che, oggi, sono onestamente troppo pochi.

UGREEN Hub USB C: quanto costa

Gli Hub USB-C con queste caratteristiche ci sono, ma hanno un prezzo superiore rispetto a prodotti con caratteristiche tecniche inferiori. Su Amazon, però, ce n’è uno che sembra la classica botte piena e la moglie ubriaca: è completissimo e costa poco.

Si tratta dell’UGREEN Hub USB C 6 in 1, con 3 porte USB 3.0 di tipo A (che saranno vecchie, ma sono ancora le più diffuse), una uscita HDMI 4K a 60 Hz, un lettore di schedine microSD e un vantaggio in più: è veramente minuscolo perché misura solo 11,4×3,3×1,2 cm.

Questo Hub moltifunzione è la soluzione al problema dell’espandibilità del laptop moderni e costa solo 29,99 euro.

UGREEN Hub USB C – Adattatore USB C 6 in 1 con HDMI 4K a 60Hz

UGREEN Hub USB C – Adattatore USB C 6 in 1 con HDMI 4K a 60Hz

Italiaonline presenta prodotti e servizi che possono essere acquistati online su Amazon e/o su altri e-commerce. In caso di acquisto attraverso uno dei link presenti in pagina, Italiaonline potrebbe ricevere una commissione da Amazon o dagli altri e-commerce citati. I prezzi e la disponibilità dei prodotti non sono aggiornati in tempo reale e potrebbero subire variazioni nel tempo: è quindi sempre necessario verificare disponibilità e prezzo su Amazon e/o su altri e-commerce citati.

TAG:

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963