2d63bbf282f78bf83aa767fd40efaea5.jpg Fonte foto: ANSA
TECH NEWS

Il primo stuntman virtuale

Apre ad animazioni più realistiche per film e videogame

(ANSA) – MILANO, 11 APR – Arti marziali e break dance: sono queste le ‘specialità’ del primo stuntman virtuale, creato dai ricercatori dell’Università della California a Berkeley per sviluppare animazioni al computer sempre più sofisticate e realistiche. ‘Figlio’ di un algoritmo che usa l’intelligenza artificiale per apprendere e simulare i movimenti umani e animali, il manichino virtuale si è allenato per mesi, imparando a tirare calci e pugni e a fare capriole, piroette e un’altra ventina di movimenti acrobatici. Un vero apripista per personaggi umani, ma anche animali e creature fantastiche come leoni e draghi, che finora sono apparsi sul grande schermo e nei videogiochi con movimenti ancora piuttosto goffi e irrealistici.

Ritmo e fluidità, invece, sono i pregi dello stuntman virtuale, che oltre a muoversi in modo acrobatico, sa anche reagire in maniera naturale ai cambiamenti dell’ambiente, ad esempio riprendendosi dopo un inciampo o venendo trivellato dai proiettili.

Contenuti sponsorizzati