Libero
apple visore vr Fonte foto: hilalabdullah / Shutterstock
APPLE

Il visore VR di Apple avrà anche un guanto virtuale

Apple non vuole fermarsi e deposita un nuovo brevetto che descrive una tecnologia innovativa: è un guanto virtuale utile a controllare il visore VR e gli Apple Glass.

Un nuovo brevetto che riguarda un dispositivo indossabile è stato depositato dalla prolifica Apple. Si tratta di un guanto virtuale che, stando alla descrizione riportata sul sito PatentlyApple è un sistema di controllo congegnato per device i VR e AR che l’azienda presenterà non si sa ancora quando, vale a dire il visore VR e gli Apple Glass.

Prima di descrivere il brevetto di Apple, ricordiamo che per quanto concerne la realtà virtuale oggi solo Meta sta puntando a raggiungere un mercato globale. Sul fronte della realtà aumentata l’unico esperimento degno di nota (ma rivelatosi un fallimento) è stato fatto, ben dieci anni fa, dal colosso di Mountain View con i suoi Google Glass. Ad ogni modo, la prima generazione del visore ARV/VR della Mela dovrebbe debuttare sul mercato all’inizio del 2023, ma nel 2024 l’azienda di Cupertino potrebbe lanciare un ulteriore dispositivo della stessa famiglia.

Guanto virtuale: cosa dice il brevetto

Il colosso di Cupertino, nella descrizione del brevetto, afferma che i guanti VR saranno in grado di spostare un cursore, scorrere, aprire un documento, effettuare una selezione e molto altro. Il sistema permetterà di tenere traccia del posizionamento delle mani e delle dita, che in questo modo verranno tramutati in gesti per dare dei comandi."L’invenzione di Apple" si legge su PatentlyApple "riguarda delle tecnologie che  potranno permettere di mettere in connessione due parti del corpo, attraverso un circuito di rilevamento".

Stando a quanto emerso, il brevetto prevederà anche la coesione con sensori a bordo del visore, con l’obiettivo di ottimizzare il tracciamento delle dita. In buona sostanza, ciò che emerge dalla descrizione è che questi guanti virtuali verranno indossati dagli utenti per migliorare l’interazione con il  visore VR e gli Apple Glass, attraverso dei semplici gesti delle dita e della mano.

In alcune immagini allegate al brevetto, poi, si vedono due bracciali che assomigliano molto a degli smartwatch e hanno anche uno schermo touch. Questi dispositivi possono essere usati insieme ai guanti o anche da soli.

Ovviamente, dato che si tratta di un brevetto, non è detto che Apple tramuti realtà il dispositivo: tutte le big tech registrano moltissimi brevetti, al fine anche di tenere d’occhio i concorrenti e non permettere loro di sviluppare prodotti innovativi.

Visore VR di Apple: come sarà

Secondo le ultime indiscrezioni (assolutamente tutte da verificare, lo precisiamo), i device per realtà AR/VR di Apple avranno a bordo un chip proprietario che assicurerà performance elevate, forse il nuovo processore Apple M2.

Inoltre, i visori della Mela dovrebbero offrire display micro-OLED di Sony ed LG Display, che garantirebbero un look leggero ed una buona autonomia. Tra le altre specifiche del visore di debutto, previsto per il 2023, ci dovrebbero essere tecnologie per il rilevamento 3D progettate LG Innotek.

Il modello del 2024 dovrebbe essere più ambizioso e presentare un obiettivo fotografico di elevato livello e targato LG Innotek.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963