L'incontro di Venere con una cometa Fonte foto: 123rf
SCIENZA

L'incontro di Venere con una cometa potrebbe causare una pioggia di meteoriti

La possibilità di assistere allo spettacolo è bassa, ma non impossibile. Il 18 dicembre C/2021 A1 passerà molto vicina al pianeta e due giorni dopo la scia di polvere potrebbe essere visibile dalla Terra.

Ogni mondo nel sistema solare può, alcune volte, ricevere i detriti lasciati dalle comete nello spazio e il fenomeno può causare spettacolari giochi di luce. Si tratta degli sciami di meteore, visibili anche dalla Terra. Quest’anno potrebbe essere il turno di Venere di essere colpita da materiale interplanetario. Un articolo pubblicato sul sul server di prestampa arXIV.org e inviato a The Astronomical Journal ha indicato anche una data: dopo la metà di dicembre. La pioggia di meteoriti potrebbe essere visibile anche dal nostro pianeta, seppur la probabilità sia bassa.

La pioggia di meteore su Venere

Il 18 dicembre, la cometa C/2021 A1 (Leonard), che è stata scoperta di recente, passerà a soli 4,34 milioni di chilometri da Venere. Due giorni dopo il pianeta sarà in una posizione tale da essere sfiorata dalla scia di polvere della cometa Leonard. Gli sciami meteorici sulla Terra si verificano quando il nostro pianeta incrocia il percorso dei detriti lasciati dai molteplici passaggi di una cometa nel corso dei secoli. Alcune di queste "piogge" sono più grandi e più ricche di altre a seconda della quantità di detriti. In passato, per esempio, ci sono stati incredibili fenomeni, come lo sciame di meteoriti delle Leonidi del 1833, quando furono viste 100.000 meteore all’ora cadere dal cielo.

L’evento del 1833 è stato il più grande registrato sulla Terra ma non nel Sistema Solare. Nel 2014, un incontro ravvicinato tra Marte e la cometa C/2013 A1 (Siding Spring), ha portato a un’incredibile pioggia di 108.000 meteore all’ora sul Pianeta Rosso. Osservato solo indirettamente, la caduta di materiale interstellare ha causato la produzione di uno strato di materiale metallico da parte delle meteore nell’atmosfera marziana. Il passaggio di Siding Spring è stato un tipo meno comune di pioggia che si verifica quando una cometa di lungo periodo, che entra solo raramente nel sistema solare interno, passa incredibilmente vicino a un pianeta. In questo caso, ha volato a 140.000 chilometri da Marte. Uno scenario simile potrebbe accadere anche nel caso di Venere.

Il documento pubblicato indica che la possibilità di vedere le meteore che colpiscono l’atmosfera di Venere è molto bassa ma non impossibile. Il fattore principale per osservare uno spettacolo del genere dipenderà da quanto la cometa sarà lontana dal Sole. Questa dovrà essere inoltre ricca di ghiaccio estremamente volatile. I ricercatori stanno continuando a studiare l’incontro nel quale alcuni eventi potrebbero essere visibili dalla Terra e soprattutto perché potrebbe essere un’opportunità per osservare in dettaglio una coda di cometa.

Se la pioggia di meteore potrebbe non essere visibile dalla Terra, il 12 dicembre si potrebbe osservare a occhio nudo o con un binocolo il passaggio di Leonard prima dell’incontro con Venere. Intanto le attuali missioni sul secondo pianeta del Sistema Solare stanno indagando se in passato la sua atmosfera fosse vivibile.

Stefania Bernardini

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963