gps smartphone Fonte foto: Shutterstock
TECH NEWS

Indicazioni smartphone errate? Colpa del Polo Nord

Il Polo Nord magnetico si sta spostando a una velocità mai vista in precedenza, mandando in tilt il GPS dello smartphone. Cosa sta succedendo

24 Gennaio 2019 - Se negli ultimi mesi il navigatore del vostro smartphone è sempre meno preciso non prendetevela né con il GPS integrato, né con Google Maps o qualsiasi altra applicazione voi usiate per ottenere indicazioni stradali: prendetevela con il Polo Nord magnetico, che si sta spostando a velocità inusuale dal Canada alla Siberia.

Gli spostamenti del polo magnetico, sia a nord che a sud del mondo, dipendono dalle variazioni dei fluidi incandescenti che si muovono sotto la crosta terrestre, in particolare da quelli di ferro liquido. Variazioni che ci sono sempre state da quando esiste il pianeta Terra, ma che solo da pochi decenni vengono studiate accuratamente grazie alle moderne tecnologie. Il problema, però, è che la posizione del Polo Nord magnetico viene utilizzata per tarare la maggior parte dei navigatori civili e militari. Quindi se il Polo Nord magnetico non si trova dove si credeva che fosse, le indicazioni fornite dai navigatori sono meno accurate.

Perché il Polo Nord magnetico si sta spostando

Per questo, ogni cinque anni, si riunisce un comitato internazionale di scienziati per aggiornare il cosiddetto World Magnetic Model, cioè il modello matematico che rappresenta in numeri il magnetismo terrestre. L’ultima riunione di questo comitato scientifico risale al 2015 e la prossima era prevista per il 2020. Ma i recenti cambiamenti sotto la crosta terrestre hanno imposto una riunione anticipata, fissata per il 30 gennaio prossimo, per rivedere il modello.

Nel frattempo il ferro fuso e liquido che si trova sotto la crosta terrestre continua a far accelerare il movimento del polo magnetico: se negli anni novanta esso si spostava di circa 15 chilometri l’anno, adesso viaggia a 55 chilometri l’anno, quasi quattro volte più veloce. Secondo le più recenti teorie scientifiche la posizione del Polo Nord magnetico è dovuta a due grandi campi magnetici, uno sotto il Canada e l’altro sotto la Siberia, che competono tra loro. In questo momento sarebbe quindi quello siberiano a vincere su quello canadese, causando il veloce spostamento del campo magnetico verso l’estrema regione della Federazione Russa.

Ovviamente non è possibile influire minimamente su queste forze gigantesche, ma si può solo adattare il modello matematico affinché la nostra “idea di dove sia il Polo Nord magnetico” (idea che poi trasferiamo tramite modelli matematici nei navigatori che usiamo tutti i giorni) sia più vicina alla posizione reale. Per una volta, quindi, non è tutta colpa dello smartphone.