e43b54b841ab60e5aa26f0ec57200bfb.jpg Fonte foto: ANSA
TECH NEWS

Innalzamento oceani può seppellire cavi

Studio Usa, migliaia km fibre ottiche sotterranee a rischio

(ANSA) – WASHINGTON, 18 LUG – L’innalzamento dei mari che procede a velocità superiore al previsto, potrà mettere a rischio persino le connessioni Internet in soli 15 anni: la drammatica previsione viene da uno studio dell’Università dell’Wisconsin, presentato ad una conferenza Usa dedicata proprio ai network della ‘rete’ globale. Infrastrutture critiche alle connessioni online – come circa 4.000 miglia di fibre ottiche e 1.000 e più hub – potrebbero iniziare a venire sommerse nei prossimi 15 anni.

Secondo l’indagine guidata da Paul Barford, professore di ‘computer science’, nel 2033 i danni saranno già massicci.

“La maggior parte dei danni dall’innalzamento dei mari che avevamo immaginato avere luogo nei prossimi 100 anni, accadrà invece ben prima – ha detto – e ciò ci ha sorpreso. Pensavamo di avere 50 anni per approntare delle ‘difese’ ma non li abbiamo”.

Contenuti sponsorizzati