instagram Nyome Nicholas-Williams Fonte foto: Web

Instagram cambia politica sulle foto di nudo: le novità

Una modella oversize di colore batte Instagram e costringe il social a chiedere scusa: l'algoritmo è razzista, la policy sul nudo va cambiata

Il social delle immagini per eccellenza, Instagram, sta per cambiare la sua policy sulle immagini di nudo artistico. E lo fa dopo una pesante polemica nata dalla rimozione di una foto di semi-nudo artistico pubblicata dalla modella curvy di colore Nyome Nicholas-Williams, già paladina della lotta al body shaming, che ha accusato la piattaforma di essere razzista.

Instagram ha preso atto dell’errore commesso dal suo algoritmo e ha promesso di correggerlo, spiegando però che ci vorrà un po’ di tempo prima che gli aggiustamenti tecnici entrino pienamente in funzione. “Ma ci impegnamo a farlo bene“, ha detto una portavoce. Instagram, a dire il vero, non ha risposto direttamente alle accuse di pregiudizio razziale, ma ha dichiarato: “Oltre a questo cambiamento di politica, all’inizio di quest’anno ci siamo impegnati in un più ampio lavoro di equità per assicurarci di supportare meglio la comunità nera sulla nostra piattaforma“.

Foto di nudo su Instagram: la polemica

La politica di Instagram sulle foto di nudo è chiara: “non è consentita la pubblicazione di contenuti di nudo su Instagram […] Sono incluse anche le foto di capezzoli femminili, mentre sono accettate le foto di cicatrici causate da una mastectomia e donne che allattano al seno. Anche le foto di dipinti e sculture con immagini di nudo sono accettate“.

La foto rimossa di Nyome Nicholas-Williams, però, non violava formalmente questa policy: mostrava la modella seduta, di tre quarti, con le gambe accavallate e con il seno coperto dalle braccia. Eppure è stata rimossa, facendo infuriare la Nicholas-Williams: “I corpi magri e bianchi vengono lodati e apprezzati per la loro forma quando appaiono nudi su questa piattaforma e le immagini non vengono mai rimosse, né viene chiesto per quale motivo è stata pubblicata la foto […] Abbiamo tutti dei corpi e possiamo scegliere di celebrarli come desideriamo. I dipinti rinascimentali erano per lo più basati sul corpo nudo, amo l’arte quindi lo so !! Come siamo diventati così spaventati di condividere la nostra arte e celebrare i nostri corpi senza essere sessualizzati o giudicati dagli altri? Questa è arte, io sono arte!“.

Il riferimento, chiarissimo, della modella di colore è alle colleghe bianche che giocano parecchio con le regole del social, pubblicando foto ben più “spinte“, senza però venire penalizzate. Un caso celebre di comportamento del genere, adorato dai fan e tollerato dalla piattaforma, è stato quello di Emily Ratajkowski.

La nuova politica di Instagram sul nudo

Per spegnere la polemica, decisamente pericolosa in un periodo di scontri razziali come quelli che stanno avvenendo da mesi negli Stati Uniti, Instagram ha deciso di cambiare politica: ora consentirà la pubblicazione di immagini di donne che tengono, coprono con le mani o con le braccia attorno il seno, modificando le linee guida precedenti che hanno portato alla rimozione di alcune di queste immagini perché considerate pornografiche.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963