instagram Fonte foto: Ink Drop / Shutterstock.com
APP

Instagram potrebbe aggiungere i link cliccabili a pagamento

Per il momento è solo un brevetto, ma potrebbe diventare realtà: Instagram studia la possibilità di fare inserire link a pagamento ai suoi utenti

Instagram potrebbe presto consentirti di aggiungere un link cliccabile all’interno delle didascalie delle immagini pubblicate, ma potrebbe chiedere un pagamento in cambio di questa possibilità. In un brevetto registrato da Facebook l’8 settembre 2020 presso lo United States Patent and Trademark Office (USPTO) viene illustrato il funzionamento di questa novità.

Si tratterebbe di una grande novità per Instagram, dove al momento gli utenti comuni non possono aggiungere link. Solo i profili con oltre 10 mila follower e con account verificato possono oggi mettere nei link, solo nelle Storie. Tutti gli altri, invece, possono solo inserire link nella Bio. La domanda iniziale di brevetto risale al 26 gennaio 2016 e dimostra come Facebook abbia ragionato molto su questa possibilità. Il fatto che il brevetto sia stato registrato, però, non significa automaticamente che i link a pagamento arriveranno a breve su Instagram. Ma Facebook è pronta a farlo, se e quando deciderà che sarà opportuno.

Link a pagamento su Instagram: quanto costano

Nel brevetto viene descritto un messaggio pop up che appare ogni volta che un utente non abilitato a mettere link nella didascalia di una foto prova a metterne uno. Il messaggio recita “Vuoi attivare il link nella tua didascalia per 2 dollari?“.

A questo punto l’utente può scegliere tra “” e “No“. Il tutto all’interno di un social network che non è dichiaratamente Instagram, ma ci somiglia moltissimo.

E’ chiaro che la cifra indicata nel brevetto è puramente indicativa, non va presa come prezzo ufficiale dei link su Instagram. Inoltre il brevetto prevede che la tariffa potrebbe essere variabile e non fissa: in base al tipo di profilo utente potrebbe essere più alta o più bassa.

Una nuova forma di pubblicità su Instagram?

Molti potrebbero pensare che Facebook abbia intenzione di monetizzare ulteriormente Instagram vendendo link. Il brevetto, però, afferma che la tariffa impedirebbe a un utente di usare i link nella didascalia come metodo di pubblicità alternativo agli ads classici.

Ci sarà anche un metodo per evitare una pubblicazione eccessiva di link e i collegamenti verranno eliminati automaticamente se l’utente non paga. Finora Instagram non ha mai accennato alla possibilità di inserire link nei post pagando un prezzo e non è affatto detto che lo farà realmente: molto spesso i brevetti restano nei cassetti, forse ci resterà anche questo.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963