vocale Fonte foto: Shutterstock

Instagram, nei Direct arrivano i messaggi vocali

Sempre più vicina all'essere anche una piattaforma di messaggistica istantanea, Instagram introduce i messaggi vocali all'interno dei Direct. Come funzionano

11 Dicembre 2018 - In arrivo anche su Instagram i messaggi vocali: verranno integrati nella chat Direct, al pari di quanto già da tempo avviene su Facebook Messenger e WhatsApp. Le tre applicazioni di messaggistica istantanea del gruppo Facebook, quindi, sono sempre più allineate nelle funzionalità che offrono agli utenti.

I messaggi vocali arriveranno già con la prossima versione dal social-fotografico di proprietà di Mark Zuckerberg, sia nella sua versione per iPhone sia in quella per gli smartphone Android. Al momento, i vocali su Instagram sono stati introdotti nella versione statunitense di Instagram, mentre nelle prossime settimane dovrebbe essere distribuita nel resto del mondo, Italia inclusa.

Come inviare messaggi vocali su Instagram

Per usare i messaggi vocali su Instagram Direct gli utenti non dovranno fare altro che tenere premuta l’icona del microfono (in basso a destra, vicino all’icona per condividere le foto) per tutto il tempo necessario a registrarlo, esattamente come già fanno sulle altre app. La durata massima prevista per i messaggi è di un minuto e si potranno mandare sia ad un singolo utente che ad una chat di gruppo. Infine, i messaggi non avranno una “data di scadenza” ma resteranno registrati all’interno della chat in cui sono stati inviati. Questa nuova funzionalità sarà utile se abbiamo le mani impegnate, ci stiamo muovendo o non abbiamo modo e tempo di scrivere un messaggio di testo. E, soprattutto, rappresenta una alternativa più intima alla scrittura, cosa che verrà certamente apprezzata dagli utenti che già su altre piattaforme hanno mostrato di gradire molto i messaggi vocali.

Assalto alla voce

Da tempo Facebook corteggia il mercato vocale: il suo primo servizio di voice messaging risale al 2013 mentre ultimamente l’azienda di Mark Zuckerberg sembra aver rivitalizzato il progetto “Aloha”: un sistema di dettatura per i messaggi che potrebbe essere l’anticamera di un vero e proprio ingresso del Social Blu nel mercato degli assistenti vocali. Il progetto “M”, un assistente virtuale vocale integrato solo in Messenger, è stato invece ufficialmente abbandonato da inizio 2018.

Una cosa che è certa, però, è la questione demografica: oggi Instagram è il social con il pubblico più giovane di tutto il gruppo e proprio i giovani sembrano essere i maggiori estimatori dei messaggi vocali. Prima o poi, quindi, questa funzionalità doveva sbarcare anche su Instagram e così è stato. Nel frattempo Facebook sembra aver abbandonato l’idea di diversificare le funzioni disponibili sui suoi servizi di messaggistica, uniformando i diversi prodotti e lasciando semplicemente scegliere all’utente quale preferisce usare, a parità di caratteristiche.

Contenuti sponsorizzati