internet via satellite Fonte foto: Shutterstock
SMART EVOLUTION

Internet via satellite: Amazon va avanti con Kuiper

Amazon firma un accordo per lanciare i primi satelliti della sua costellazione Kuiper: porterà Internet a banda larga ovunque nel mondo.

Project Kuiper è l’ambizioso progetto di Amazon per lanciare in orbita una costellazione di oltre 3.000 satelliti che avranno uno scopo principale: portare Internet a banda larga in tutto il mondo, anche dove la fibra non arriva. Si tratta di un progetto simile allo Starlink di SpaceX, azienda del noto miliardario Elon Musk.

Ma mentre SpaceX produce in casa i razzi che usa per lanciare i satelliti (quando ci riesce, visto che spessissimo esplodono), Amazon non ha un reparto interno dedicato a questi vettori spaziali e deve rivolgersi a fornitori esterni. Blue Origin, società aerospaziale di proprietà del CEO di Amazon Jeff Bezos, produce infatti motori per razzi ma non razzi completi. Per questo, nei giorni scorsi, il colosso dell’e-commerce ha annunciato di aver stretto un accordo con ULA (United Launch Alliance, un consorzio formato da Lockheed Martin e Boeing). Secondo l’accordo ULA effettuerà nove lanci per portare in orbita i satelliti del Project Kuiper di Amazon con il suo razzo Atlas V.

Il progetto Kuiper

I piani di Amazon per la conquista dello spazio sono molto ambiziosi, ma guardano fissi verso terra: 3.236 satelliti in orbita bassa con a bordo tutto l’equipaggiamento necessario per portare una connessione veloce, stabile e a bassa latenza anche nelle zone più remote del mondo.

Amazon ha deciso, l’estate scorsa, di finanziare questo progetto con 10 miliardi di dollari e ha già ottenuto l’autorizzazione dalla Federal Communications Commission (FCC) americana per il lancio degli oltre tremila satelliti. Quando saranno tutti in orbita invieranno il segnale agli utenti abbonati al servizio.

Gli utenti lo riceveranno tramite una piccola antenna a pannello low cost e potranno usufruire di una connessione con velocità massima di 400 Mbps, circa la metà della velocità massima teorica della costosa fibra FTTH (qui le differenze tra fibra FTTC e fibra FTTH).

Al momento Amazon non ha ancora lanciato nessun satellite, ma più che altro per questioni burocratiche: attendeva l’autorizzazione della FCC, che è arrivata solo l’estate scorsa. Quando i primi satelliti di Kuiper entreranno in funzione saranno utilizzati anche da alcuni operatori telefonici per estendere la copertura della rete 5G.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963