contact tracing Fonte foto: Shutterstock
APPLE

IOS 13.7 ufficiale: arriva il sistema per il contact tracing

Nell’ultima versione del suo sistema operativo mobile, Apple introduce il nuovo sistema di notifiche in caso di sospetta esposizione al Covid, che non sostituisce però Immuni

Si chiama “Exposure Notification Express“, non è un’app ed è già disponibile su iOS 13.7, appena rilasciato da Apple. Si tratta del nuovo sistema di contact tracing per il coronavirus sviluppato da Apple e Google, che a breve arriverà anche su Android, che potrà essere usato nei Paesi dove non è stata sviluppata una app simile a Immuni.

Questo sistema è il risultato degli sforzi comuni dei due giganti del Web, iniziato il 24 aprile scorso con la pubblicazione di un sistema di base (un “framework“) sopra il quale costruire le app di tracciamento dei contatti. L’Exposure Notification Express è il passo successivo, gestito direttamente da Google e Apple, che consiste nell’invio di notifiche agli smartphone in caso di sospetto contatto con persone infette. Tutto ciò, però, richiede comunque l’intervento delle autorità e non è attivo di default: il sistema si basa infatti su chiavi crittografiche, che andranno archiviate su server di un’agenzia pubblica. Ad oggi solo una ventina di Paesi al mondo hanno già sviluppato app complete per il contact tracing, gli altri potranno basarsi su questo sistema.

Exposure Notification Express: come funziona

Grazie al nuovo sistema di Exposure Notification Express iOS 13.7 e versioni successive potrà informare le persone della potenziale esposizione a Covid-19 anche se sull’iPhone non è installata un’app specifica per il contact tracing, ma solo se la funzionalità verrà implementata dalle autorità sanitarie.

Tutto si basa infatti su un file di configurazione delle notifiche, che potrà variare da Paese a Paese e sarà gestito dalle autorità. In pratica i Governi che vorranno usare Exposure Notification Express dovranno solo scegliere le impostazioni del file e mettere a disposizione i server per i dati criptati. Ogni Paese potrà anche scegliere quali comunicazioni inviare agli utenti in caso di sospetta esposizione al virus.

Immuni non serve più?

Molti si chiederanno, a questo punto, se possono disinstallare l’app di Immuni visto che questo sistema svolge più o meno lo stesso compito. La risposta è no, perché Exposure Notification Express non si attiva se sul cellulare è già presente una app di tracciamento e, soprattutto, se non è supportato dalle autorità.

Immuni svolge anche più compiti rispetto a Exposure Notification Express, è la scelta tecnica fatta dal Governo italiano e non può essere sostituito dal sistema “generico” offerto da Apple e Google.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963