iphone Fonte foto: ifeelstock - stock.adobe.com
APPLE

Come si chiamerà il prossimo iPhone

In molti pensavano che Apple avrebbe saltato il numero 13, ma non sarà così: le prime notizie dalla catena dei fornitori smentiscono ogni scaramanzia.

Il prossimo smartphone di casa Apple sarà iPhone 13. La scaramanzia non è riuscita a far cambiare idea a Cupertino che, in barba alla consuetudine che nei paesi anglosassoni lega il numero 13 a una cattiva sorte, ha deciso di seguire la numerazione tradizionale per il telefonino che arriverà nei prossimi mesi. Sfortuna, sì, ma anche scelte di stile avrebbero sostenuto tale scelta: ecco perché.

Secondo quanto riportato dall’Economic Daily News, citato da MacRumors, il colosso dell’informatica avrebbe scelto di proseguire con il sistema numerico in uso, evitando un’ulteriore versione "s" come accaduto con le versioni 4, 5 e 6. Pure le denominazioni dei modelli rimarranno invariate: a confermarlo è il report che cita una delle aziende della filiera produttiva. Vi sarà dunque un nuovo iPhone (display da 6,1"), un "Mini" (5,4"), un "Pro" (6,1") e un "Pro Max" (6,7"), quattro in tutto seguendo la linea degli anni scorsi. Tra le più impegnate nella produzione del melafonino vi è la cinese Hon Hai, impegnata negli ordini del Pro Max, il 68% del modello principale e il 60% del Pro. Le spedizioni partiranno nel terzo quarto del 2021, con un picco negli ultimi 4 mesi.

iPhone 13, niente rivoluzioni in vista

Superstizione a parte, il nome iPhone 12s non avrebbe generato troppo stupore. Infatti, lo smartphone della Mela morsicata che debutterà nella seconda metà dell’anno sugli scaffali dei negozi fisici e virtuali non si differenzia in maniera netta con il suo predecessore, soprattutto se si osserva il design che caratterizza il device.

Sono poche le novità che lo contraddistinguono: iPhone 13 potrà contare su dimensioni inferiori del notch presente sullo schermo e dedicato alla camera frontale, un sensore fotografico e relativo alloggiamento più grande sul retro e un modello Pro dalla scocca più spessa dei precedenti, fattore strettamente legato all’impiego di una batteria più capiente.

L’accumulatore più potente diventa indispensabile se si vogliono garantire dei tempi di utilizzo soddisfacenti per l’utente, visto il display ad alta frequenza di aggiornamento che influisce notevolmente sui consumi del dispositivo. Tra i dettagli già emersi, ma ovviamente da confermare al pari di quelle già citati, vi sarebbe poi una lente ultra grandangolare dotata di autofocus.

iPhone 13, quando arriva

Analizzando i lanci del passato, il telefono dovrebbe fare il suo debutto ufficiale nella terza settimana di Settembre, ricalcando le fasce di prezzo già viste nel 2020. Anche i tagli dello spazio di archiviazione di iPhone 13 resteranno con molta probabilità gli stessi della vecchia iterazione, benché per tutte le conferme del caso sarà necessario attendere i mesi a venire.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963