iphone 5g Fonte foto: DANIEL CONSTANTE / Shutterstock.com
APPLE

IPhone 13, il 5G non funzionerà dovunque per risparmiare sui costi

IPhone 12 e iPhone 13 potrebbero avere problemi con il supporto alla rete 5G. Apple sta decidendo quale antenne utilizzare

Nuovi rumor, nuova confusione sul supporto al 5G da parte dei futuri iPhone 12 e persino degli iPhone 13. Da tempo la compatibilità, piena o limitata, degli smartphone Apple 2020 è al centro di diverse indiscrezioni e non è affatto chiaro se i futuri modelli saranno compatibili con tutti i tipi di rete 5G.

Di 5G, infatti, non ce n’è solo uno: le frequenze utilizzate sono tantissime, ma in linea di massima si dividono in “Sub-6GHz” e “mmWave“. Le onde mmWave, anche dette “onde millimetriche”, sono quelle che offrono le prestazioni migliori, ma richiedono moltissimi ripetitori posizionati sul territorio perché hanno una portata estremamente ridotta. Al contrario, le Sub-6GHz (che in pratica sono tutte le onde radio di frequenza inferiore ai 6 GHz), hanno prestazioni inferiori ma portata superiore. Per ricevere entrambe le bande di frequenza servono diversi tipi di antenne, che vanno inserite all’interno dello stesso smartphone. E questo cosa: soldi e spazio. Quale tipo di rete 5G potranno usare gli iPhone 12 e gli iPhone 13?

iPhone e 5G: le ultime indiscrezioni

Secondo l’ultimo report di DigiTimes, fonte di solito molto attendibile, gli iPhone 12 saranno tutti compatibili sia con il 5G mmWave che con il 5G Sub-6GHz, ma Apple potrebbe decidere di disabilitare la connessione mmWave in alcuni Paesi dove ancora non sono stati installati i ripetitori di questo tipo. Al contrario, invece, gli iPhone 13 che arriveranno nel 2021 saranno compatibili solo con le frequenze Sub-6GHz.

iPhone 12 e 5G: compatibilità solo parziale?

Questi rumor cozzano con quanto affermato nei mesi scorsi dall’analista Ming-Chi Kuo e dal giornalista Jon Prosser, secondo i quali non tutti gli iPhone 12 saranno compatibili con entrambi i tipi di 5G: gli iPhone 12 normali da 5,4 e 6,1 pollici non supporteranno le onde millimetriche, ma solo le frequenze sotto i 6 GHz, mentre le versioni Pro e Pro Max supporteranno entrambi i tipi di trasmissione.

iPhone e 5G: come andrà a finire?

Tutte le notizie appena riportate non sono reali notizie: sono indiscrezioni. Vanno prese, per tanto, con il beneficio del dubbio nonostante le fonti siano tutte autorevoli. Ma, per quanto autorevoli, sono in contrasto tra loro e ciò dimostra che ci si può fidare, ma solo fino ad un certo punto.

Quello che è possibile dire, però, è che la base tecnica delle reti 5G sarà costituita da ripetitori Sub-6GHz, mentre il 5G mmWave sarà la ciliegina sulla torta che verrà resa disponibile solo in poche e specifiche aree dove servono le massime prestazioni: centri congressi, centri commerciali di lusso, piazze molto affollate, centri direzionali di aziende pubbliche o private. Se i prossimi iPhone non saranno compatibili con le onde millimetriche, quindi, saranno veramente in pochi ad accorgersene.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963