iphone 5g Fonte foto: ben geskin
APPLE

IPhone 5G nel 2020: come sarà fatto

Ming-Chi Kuo rivela che l'iPhone 5G in arrivo nel 2020 avrà un modem in grado di garantire altissime prestazioni. Potrebbero però esserci problemi con le scorte

22 Novembre 2019 - Apple presenterà il suo iPhone 5G l’anno prossimo, ma potrebbe avere qualche problema derivante dall’uso dei circuiti LCP (Liquid Crystal Polymer) a causa della possibile scarsità di tali circuiti sul mercato.

Ne è convinto il noto analista Ming-Chi Kuo, già noto per le sue conoscenze approfondite della catena dei fornitori della casa di Cupertino e per diverse previsioni azzeccate. Secondo Kuo l’iPhone 5G farà uso dei circuiti LCP per le antenne del 5G, perché questo tipo di circuiti lavora molto bene anche ad alte temperature minimizzando le perdite di segnale. Questa tecnologia non è nuova: è usata da Apple già dal 2017, sull’iPhone X. La buona notizia per i fan di Apple, invece, è che il modem 5G dei nuovi iPhone avrà ottime caratteristiche tecniche essendo compatibile con le frequenze più efficienti, performanti e stabili.

Apple iPhone 5G: onde millimetriche e Sub-6

Il comparto 5G del futuro iPhone di Apple sarà di alto livello, secondo Kuo. Infatti, i futuri smartphone della mela morsicata saranno compatibili sia con le onde millimetriche sopra i 24 GHz (le cosiddette “mmWave“) che con le bande di frequenza sotto i 6 GHz (il cosiddetto 5G “Sub-6“). In questo modo gli iPhone 5G avranno una connessione performante nelle zone ricche di ripetitori e stabile nelle zone meno coperte dal segnale. Più è bassa la frequenza delle onde radio usata per le trasmissioni, infatti, maggiore è la distanza coperta dal segnale. Ma maggiore è la frequenza, di contro, e più alte sono le prestazioni. Un modem 5G compatibile sia con la parte alta che con quella bassa dello spettro, quindi, riesce a funzionare bene un po’ ovunque ci sia segnale.

iPhone 5G: il problema LCP

La grossa sfida per Apple sarà quella di trovare sul mercato sufficienti circuiti LCP. Spiega Kuo “La sfida più grande per la strategia di approvvigionamento di Apple nel 2020 sarà trovare nuovi fornitori di ciruiti LPC oltre a Morata che possano offrire massicci e stabili forniture“. Oggi, infatti, Apple compra questi circuiti solo da Morata e non ha alcun problema. Ma l’anno prossimo gliene serviranno molti di più perché gli iPhone 5G, secondo Kuo, peseranno per il 15-20% delle vendite e diminuiranno le vendite di altri modelli che non usano questa tecnologia, come l’iPhone Xr. Sempre l’anno prossimo, infine, uscirà dal mercato uno smartphone Apple che non usa la tecnologia LCP: l’iPhone 7.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963