Inviare emoji su WhatsApp Fonte foto: AngieYeoh / Shutterstock.com
APPLE

IPhone, altre 230 emoji in arrivo: ci sono quelli per lingua dei segni

Nelle prossime settimane verrà distribuito il nuovo aggiornamento di iOS 13. Porterà nuove faccine e funzionalità per proteggere la privacy

13 Ottobre 2019 - Con il rilascio di iOS 13.2, previsto per il mese di novembre, i possessori di un iPhone compatibile (ossia, tutti quelli che sono stati aggiornati a iOS 13) avranno sul loro smartphone della mela morsicata una novità piuttosto… colorata. Come rende noto il blog Emojipedia, nell’ultima release del sistema operativo mobile della casa di Cupertino verranno integrati i caratteri dello standard Unicode 12.

Questo porterà in dote altre 59 emoji, che diventeranno oltre 230 se si considerano tutte le variazioni di genere, colore della pelle ed età. Insomma, un’altra “infornata” di faccine e simboli che arricchirà ulteriormente le possibilità comunicative dei possessori di iPhone, che ora potranno allegare ai loro messaggi su iMessage, WhatsApp, Telegram e le altre piattaforme di messaggistica istantanea delle nuove emoji.

Quali sono le nuove emoji introdotte con iOS 13.2

Rispetto al passato, quando l’arrivo di nuove emoji coincideva con una sorta di “rivoluzione” del settore, la nuova serie di faccine introdotte con Unicode 12 non portano grandissime novità. Troviamo, ad esempio, l’orgango tango e il bradipo; aglio, cipolla e ostrica; l’aquilono; il banjo e vari costumi da bagno. La novità di maggior rilievo è l’introduzione delle emoji dedicate alla disabilità.

C’è la faccina che utilizza la lingua dei segni, persone su sedia a rotelle, ciechi con bastone, cane guida per ciechi e l’immagine dell’orecchio con apparecchio per gli ipoacusici. Vale la pena dire che si tratta solo della prima serie dedicata a persone con disabilità ed è molto probabile che nei prossimi mesi ne vengano introdotte di nuove nello standard Unicode.

Le altre novità di iOS 13.2

Con la nuova release di iOS 13.2, inoltre, saranno introdotte nuove funzionalità tese a proteggere la privacy degli utenti. In particolare, ci sarà una migliore gestione delle registrazioni utilizzate dalla casa di Cupertino per gli algoritmi di machine learning legati a Siri.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963