iphone Fonte foto: Shutterstock
APPLE

L'iPhone del futuro sarà tutto in vetro: ecco come è fatto

Apple ha presentato un brevetto nel quale mostra come potrebbe essere l'iPhone del futuro. Corpo in vetro e nessun tasto: ecco come è fatto

L’iPhone del futuro sarà totalmente realizzato in vetro? Per ora questo tipo di device era appannaggio solo dei film di fantascienza o nelle serie tv ambientate nel futuro. In molte pellicole moderne compaiono smartphone e tablet in vetro, dispositivi senza tasti o porte, un piccolo parallelepipedo di vetro dallo schermo unico e senza bordi. Fantasia? No, un recente brevetto depositato da Apple sembrerebbe proporre questa soluzione innovativa.

La casa di Cupertino ha ideato, almeno per ora sulla carta, un iPhone realizzato completamente in vetro trasparente. I disegni del brevetto in questione mostrano un iPhone di vetro, senza bordi ne scocche posteriori, assente anche il classico notch. Tutto il corpo è realizzato in vetro, senza la presenza di tasti per accendere il dispositivo o per alzare e abbassare il volume. Per interagire con il dispositivo si devono utilizzare solamente solamente le proprie mani: tutto avviene tramite il touch. Quando vedremo questo iPhone sul mercato? Difficile dirlo. Per il momento si tratta solamente di un brevetto e non è detto che diventi realtà. E nel caso bisognerà aspettare almeno un paio di anni, il tempo necessario che la tecnologia diventi matura.

Come è fatto l’iPhone in vetro

Apple vuole farsi trovare pronta quando sul mercato verranno lanciati i primi dispositivi senza porte e senza tasti. L’iPhone del futuro è praticamente un piccolo blocco di vetro, non ha bordi, nessun notch. Non solo, nella documentazione a corollario dei disegni depositati, si fa riferimento ad alcune zone maggiormente trasparenti che rendono possibile visualizzare le informazioni presenti su un display sottostante alla superficie in vetro.

La caratteristica del vetro renderebbe possibile utilizzare come schermo diverse parti del device, come la zona posteriore, nonché i bordi, i quali potrebbero ospitare dei controlli touch con feedback tattile. Il punto di forza di questo nuovo device sarebbe l’utilizzo di un unico materiale con notevoli vantaggi dal punto di vista estetico e di assemblaggio.

Un’idea veramente innovativa?

La casa di Cupertino non è il primo costruttore ad ipotizzare un’estensione dello schermo lungo i bordi dello smartphone. Xiaomi ha già detto la sua con il concept Mi Mix Alpha e anche altri produttori cinesi sono interessati al progetto. Per ora stiamo parlando solo di un brevetto, non sappiamo se Apple produrrà prima o poi un simile smartphone, per ora non esistono ancora microscopiche fotocamere da posizionare sotto il display che possano proiettare delle immagini su una superficie in vetro, ma gli ingegneri sono al lavoro e già qualche piccolo passo in avanti è stato fatto. Ma ci vorrà ancora del tempo, certo che schermi flessibili e nuovi materiali cambieranno per sempre il concetto di smartphone finora conosciuto.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963