iphone-apple-watch Fonte foto: Denys Prykhodov / Shutterstock.com
TECH NEWS

IPhone e Apple Watch 4 a rischio per colpa del 4G

Apple si trova nuovamente costretta, suo malgrado, a varcare le soglie delle aulee di un tribunale. L'accusa rischia di mettere al bando iPhone e Apple Watch 4

27 Febbraio 2019 - Il Patent Trolling colpisce ancora. Questa volta non si scaglia contro una piccola azienda del settore hi-tech, ma contro uno dei maggiori colossi tecnologici al mondo. Ci riferiamo ad Apple, che in questi giorni è al centro di una grave minaccia per l’uso apparentemente indebito degli standard 4G LTE nei propri dispositivi.

Il 26 febbraio la Corte del Texas Orientale (Eastern District of Texas) ha accolto un’azione legale mossa da cinque aziende confronti dell’azienda di Cupertino. Al centro della contesa c’è il mancato pagamento delle licenze d’uso da parte di Apple per alcuni brevetti acquisiti da queste aziende (definite in gergo troll) con il solo scopo di intentare causa nei confronti di altri soggetti che li utilizzano all’interno dei loro dispositivi. Secondo le cinque aziende troll, alcune tecnologie fondamentali per il funzionamento della connessione 4G negli iPhone e nell’Apple Watch 4 sarebbero di loro proprietà ed Apple li starebbe utilizzando impropriamente. Seguiamo la vicenda.

Cosa sono i Patent Troll e perché stanno minacciando Apple

I Patent Troll sono delle “aziende” molto diffuse negli Stati Uniti, anche se molti preferiscono definirle “entità”. Questi organismi sopravvivono e crescono acquistando brevetti hi-tech con il solo scopo di minacciare le aziende che utilizzano particolari tecnologie e costringerle al pagamento di licenze d’uso. Spesso si tratta di tecnologie in evoluzione, a cui è difficile attribuire un proprietario o inventore. Tutt’oggi più della metà delle controversie legali in tema di diritto industriale è mossa proprio dai cosiddetti Troll dei Brevetti. Solitamente, le azioni sono mosse contro piccole aziende dell’informatica, incapaci di difendersi adeguatamente. Ma negli ultimi tempi, soprattutto nel Texas, sono al centro del bersaglio anche grandi società.

Proprio ieri, un gruppo di cinque Patent Troll ha fatto causa ad Apple perché starebbe usando tecnologie non di sua proprietà: in particolare quelle necessarie per permettere ai propri dispositivi di supportare gli standard 4G (LTE). D’altro canto, Apple si rifiuta di pagare le licenze d’uso ai Patent Troll perchè considera il contenuto dei brevetti, non solo illegittimo, ma poco chiaro e trasparente.

Al centro dello scontro ci sarebbe infatti l’acquisizione di sei brevetti a diverse società hi-tech, quali Samsung, LG e Panasonic. Secondo i querelanti, i documenti sarebbero indispensabili per far funzionare iPhone e Apple Watch 4 venduti in tutto il territorio americano, inclusa la zona del Texas Orientale.

Per tutelarsi, Apple prevede di chiudere tutti i suoi store in Texas nel mese di aprile. Questo costringerà i Patent Troll a ritirare l’azione legale presso la Corte del Texas e avanzarla in un’altra zona geografica. Sfortunatamente, negli ultimi tempi, in questa Corte Americana si sono susseguite diverse cause mosse dai Patent Troll. Alcune sono state addirittura vinte. Per esempio, Apple nel 2013 ha dovuto pagare 368 milioni di dollari alla holding VirnetX, uno dei più popolari Troll dei Brevetti americano.

Contenuti sponsorizzati