truffa-iphone Fonte foto: Shutterstock
SICUREZZA INFORMATICA

IPhone smarrito, la truffa smascherata dalla Polizia di Stato

Un SMS vi invita a cliccare su un link per scoprire dove è stato ritrovato il vostro iPhone7, ma si tratta solo di una truffa per rubare i vostri dati personali

12 Giugno 2017 - Una ne pensano e cento ne fanno. Smartphone e applicazioni di messaggistica istantanea sono diventati i nuovi strumenti preferiti dai malintenzionati per architettare le loro truffe. Basta un semplice messaggio inviato tramite SMS per riuscire a tendere una trappola a migliaia di persone.

È esattamente quello che sta succedendo in questi giorni con la truffa “dell’iPhone smarrito”. A dare l’allarme è la Polizia tramite il suo account Facebook “Commissariato di PS Online – Italia”, che ha ricevuto diverse segnalazioni da alcuni utenti a cui è stato inviato uno strano messaggio che li avvisava che il loro iPhone 7 Jet Black era stato ritrovato. E li invitava a premere su un link per scoprire dove era stato geolocalizzato lo smartphone. Inutile dire che si tratta di una truffa e che l’unico obiettivo dei truffatori è ottenere i dati personali degli utenti per poi rivenderli nel dark web.

Come difendersi dalla truffa

La Polizia, tramite il suo profilo social, avvisa gli utenti che, oltre ai dati personali, i truffatori attivano sullo smartphone dell’ignaro utente anche dei servizi a pagamento come abbonamenti a suonerie, oroscopo e sfondi. Per poterli disattivare è necessario chiamare il servizio clienti del proprio operatore telefonico e richiedere anche i soldi trafugati illegalmente.

I consigli per difendersi da questi attacchi phishing sono sempre gli stessi: in primis non si deve mai premere su link di dubbia provenienza: è molto probabile che nascondano dei virus o delle truffe. Inoltre, quando si naviga sulla Rete o si ricevono messaggi del genere è necessario fare la massima attenzione e diffidare dagli SMS poco chiari.

Contenuti sponsorizzati