porta-lightning Fonte foto: Shutterstock
APPLE

IPhone XI 2019, addio alla porta Lightning

Dalla beta di iOS 13 emerge che Apple potrebbe dotare il prossimo iPhone XI 2019 di una porta USB type-C, mandando in pensione il cavetto Lightning

11 Giugno 2019 - La notizia gira in rete da parecchio tempo, ma ora sembrano arrivare le prime conferme seppur indirette e non ufficiali: gli iPhone XI del 2019 (o iPhone 11, se preferite) non avranno più la porta lightning ma una molto più comune porta USB Type C.

Non lo si deduce dal solito leak proveniente dalla Cina o dal Giappone ma da una banalissima constatazione, relativa alla beta per gli sviluppatori del nuovo sistema operativo mobile iOS 13. Man mano che più sviluppatori mettono mano alla beta, infatti, vengono alla luce una serie di possibili novità sui futuri dispositivi della mela morsicata. Ovviamente non è detto che si tratti di novità che verranno per forza confermate nella versione ufficiale e definitiva del prossimo iOS, ma almeno questa volta la fonte è Apple stessa.

Perché iPhone XI avrà la porta USB-C

L’ipotesi relativa alla sostituzione della connessione Lightning con quella USB Type C deriva da una immagine: sugli iPhone con iOS13 beta installato la grafica del restore screen è cambiata rispetto al passato. Se prima si vedeva un cavo Lightning che si connetteva ad un laptop, adesso si vede un USB-C. Da qui l’intuizione che, finalmente, Apple abbia deciso di abbracciare questo standard sui suoi futuri prodotti. E i prossimi device attesi sono proprio gli iPhone XI, che arriveranno ad autunno 2019.

Tutti vogliono l’USB-C

Di un iPhone con porta USB-C si parla ormai da mesi. Una prima conferma della possibilità di integrare questo standard nei cellulari di Cupertino è arrivata a fine 2018, quando Apple ha presentato la nuova linea di iPad Pro dotati di USB-C. La presenza di una porta USB sui nuovi iPhone 11 permetterebbe, tra l’altro, di usare un caricabatterie rapido da 18 Watt su questi smartphone che, assai probabilmente, avranno una batteria molto capiente per far fronte a consumi elevati.

Apple cambia strategia?

Fino ad oggi Apple si è rifiutata di adottare connessioni standard per i suoi prodotti, preferendo soluzioni proprietarie brevettate in casa. I primi iPhone avevano un connettore proprietario da 30 pin, poi nel 2012 è arrivato lo standard Lightning a 8 pin che è stato adottato a partire dall’iPhone 5. L’interfaccia brevettata ha limitato notevolmente la presenza di dispositivi compatibili sul mercato e, di conseguenza, la concorrenza fatta da altri produttori ad Apple nel settore degli accessori per i suoi prodotti. Un settore ricchissimo, dove Apple regna sovrana applicando prezzi premium che ormai gli utenti fanno fatica a digerire.

Il marchio Lightning

L’imposizione sul mercato dello standard Lightning da parte di Apple ha avuto inizialmente un piccolo ostacolo da superare: il marchio era già registrato in Europa da Harley-Davidson, che lo usava per le sue motociclette Buell e per vari prodotti di merchandising, come occhialie magliette.

Contenuti sponsorizzati