ca68002aeaaef49c0cd50b7be1f623f0.jpg Fonte foto: ANSA
TECH NEWS

Italia seconda in Europa per Pc zombie

Roma e Milano città più colpite, ma meglio di Madrid e Istanbul

(ANSA) – ROMA, 28 SET – L’Italia è seconda in Europa, alle spalle della Russia, per numero di ‘bot’, cioè di Pc collegati a internet che sono stati infettati consentendo agli hacker di usarli insieme, all’insaputa dei proprietari, per creare una rete di computer ‘zombie’ con cui diffondere software nocivi, generare spam e commettere altri tipi di crimini e frodi informatiche. A dirlo è una nova ricerca della società di sicurezza Symantech.

Nel 2016 i bot in rete sono stati 6.7 milioni, di cui quasi un quinto (18,7%) in Europa. L’Italia si classifica al secondo posto in Europa per infezioni da bot, davanti a Germania, Turchia e Spagna. Tra le città della Penisola spiccano Roma, dove si concentra il 30% di tutti i dispositivi zombie italiani, e Milano con il 28%. Seguono Ivrea, Torino e Cagliari. Le città italiane non sono però quelle messe peggio: Madrid, Istanbul e Mosca conquistano il podio per la maggior presenza di bot, con Roma ‘soltanto’ quinta e Milano sesta.

Contenuti sponsorizzati