Libero
Jeff Bezos nello spazio, gli utenti si vendicano con uno scherzo Fonte foto: ANSA
SCIENZA

Jeff Bezos nello spazio, gli utenti si vendicano con uno scherzo senza precedenti

In cosa consiste la proposta di esilio permanente per il multimiliardario di Amazon: Jeff Bezos nello spazio, gli utenti si vendicano con uno scherzo.

Ancora deve succedere, ma quella di Jeff Bezos nello spazio si è già trasformata in una saga, nonostante il fondatore di Amazon e uomo più ricco del mondo rimarrà in orbita giusto il tempo necessario a leggere uno soltanto degli articoli comparsi online sull’argomento. Gli altri colpi di scena, che hanno anticipato un lancio fissato per il 20 luglio 2021, riguardano il costo stratosferico che ha pagato il terzo misterioso passeggero per viaggiare in compagnia dei fratelli Bezos (sì, perché a bordo ci sarà anche Mark) e lo scherzo con cui 120mila utenti di internet hanno risposto al clamore mediatico generato dall’annuncio del miliardario della logistica.

Una petizione per bloccare Bezos: lo scherzo da 120mila firme

Lo scherzo ai danni di Bezos è in realtà una petizione pubblicata sulla piattaforma Change.org. "I miliardari non dovrebbero esistere…non sulla Terra e neppure nello spazio. Ma se decidessero di andare nello spazio dovrebbero restare lì": sono i questi i toni – tra il divertente e il risentito – con cui è stata lanciata la raccolta firme per far rimanere Bezos nello spazio. La presentazione acquisisce, quindi, una chiara impronta ideologica, che subito dopo si arricchisce di sfumature da immaginario nerd-fumettistico: "Jeff Bezos è in realtà Lex Luthor", è l’affermazione contenuta nella richiesta di adesioni, presumibilmente ironica. Il riferimento è al nemico numero uno di Superman, l’eroe per eccellenza.

C’è infatti chi scrive che Jeff Bezos "travestito da presunto proprietario di un negozio di vendita al dettaglio online di grande successo" sarebbe in realtà "un signore supremo del male deciso a dominare il mondo (…) Lo sappiamo da anni".

Al momento le adesioni crescono al ritmo di alcune decine al secondo: l’obiettivo delle 150mila, individuato dai promotori, è decisamente a portata di mano.

Bezos e il flirt con tutte le cospirazioni: ma il tono è ironico

Nel testo introduttivo della petizione compare davvero di tutto: 5G, terrapiattisti, Cavalieri Templari e Massoni Liberi. Bezos sarebbe un crocevia di immaginario pop, cospirazioni germinate su qualche forum di utenti con poco senso della realtà e figure mitologiche di cattivi. Per chi vuole partecipare alla campagna per un esilio permanente del CEO di Amazon nello spazio, questo è il link al quale è possibile sottoscrivere la petizione.

Per scrupolo vale la pena mettere in chiaro che si tratta evidentemente di un’operazione ironica e virale, anche perché la proposta, per la verità assai condivisa (ma probabilmente con spirito goliardico), non formula nessun piano d’azione per passare dalle parole ai fatti. In ogni caso, se Bezos fosse davvero al centro di un disegno che coinvolge Templari, Massoni, 5G e negazionisti, avremmo problemi ben più urgenti di cui occuparci.

Giuseppe Giordano

TAG:

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963