lenovo-flessibile Fonte foto: lenovo
SMART EVOLUTION

Lenovo mostra il prototipo del PC flessibile

Lenovo ha presentato il Thinkpad X1, il primo notebook con schermo flessibile. Arriverà sul mercato entro il 2020. Ecco le caratteristiche

15 Maggio 2019 - È di Lenovo il primo vero prototipo funzionante di notebook flessibile: farà parte della gamma Thinkpad X1 e dovrebbe arrivare sul mercato l’anno prossimo. La tendenza “foldable“, quindi, arriva anche sui PC portatili dopo aver debuttato (ancora con poco successo e non senza problemi) sugli smartphone top di gamma come il Samsung Galaxy Fold.

Ma, secondo Lenovo, il Thinkpad X1 flessibile non sarà uno smartphone ingigantito: questo dispositivo, infatti, sarà un vero e proprio laptop in grado di sostituire i nostri PC portatili in tutti i principali campi di utilizzo aggiungendo alcune possibilità che l’attuale tecnologia non permette. Il risultato sembrerebbe, in estrema sintesi, un notebook che può diventare all’occorrenza un tablet. O due tablet, visto che lo schermo diviso in due può essere utilizzato anche per proiettare due diversi contenuti.

Notebook flessibile Lenovo: caratteristiche tecniche

Non tutte le caratteristiche tecniche di questo prototipo sono state già rivelate. Al momento sappiamo solo che lo schermo avrà una diagonale complessiva (quando aperto del tutto) di 13,3 pollici con fattore di forma 4:3 e risoluzione 2K. Ovviamente sarà con tecnologia OLED, l’unica che al momento è possibile rendere flessibile. La cerniera al centro dello schermo è molto visibile: quando è completamente aperto, il display mostra chiaramente uno scalino centrale. Il peso sarà inferiore al chilogrammo e il processore sarà Intel. Lenovo afferma che probabilmente riuscirà a far durare la batteria fino a fine giornata.

Come funziona il notebook flessibile di Lenovo

Essendo questo notebook “a tutto schermo“, non c’è alcuna tastiera fisica ma solo quella virtuale. Sarà possibile utilizzarlo anche con penna Wacom. Sarà possibile usare questo notebook flessibile in molti modi: con un laptop normale, poggiandolo sulla scrivania e usando la tastiera virtuale, come un tablet, grazie al grande display touch, come schermo unico per vedere video, film o serie TV in streaming sul divano mentre lo teniamo in mano o come due schermi affiancati sui quali far girare due diverse applicazioni. Infine, collegando una tastiera e un mouse esterni, sarà possibile usarlo come un notebook di grandi dimensioni. A decretare il successo o l’insuccesso di questo notebook flessibile (e di qualunque altro), quindi, sarà il software di gestione che aprirà (o chiuderà) possibilità di utilizzo al momento inesistenti con i notebook tradizionali.

Contenuti sponsorizzati