smartphone lg Fonte foto: LG
ANDROID

LG non presenterà un top di gamma con Snapdragon 875

LG va controcorrente: lo Snapdragon 875 costerà troppo, meglio usare il 775G che ha un rapporto prezzo-prestazioni migliore

Niente Snapdragon 875 per i top di gamma LG. L’azienda sudcoreana avrebbe deciso di non affidarsi al nuovo processore, almeno per quanto riguarda gli smartphone più attesi la cui uscita è prevista per la prima metà del prossimo anno. In attesa di una motivazione ufficiale, sono molti a chiedersi perché di tale scelta.

L’arrivo è previsto per il prossimo dicembre ma il nuovo processore Snapdragon 875 di Qualcomm da 5 nanometri, tra l’altro la stessa tecnologia utilizzata da Apple per il suo A14 Bionic, non farà parte della componentistica di alcun prodotto dell’azienda di Seul, almeno non fino alla seconda metà del 2021. Non del tutto una novità, però, visto che anche quest’anno solo uno su tre dei prodotti di alto profilo della casa sudcoreana può essere davvero considerato tale. Parliamo cioè dello smartphone LG V60 ThinQ 5G, l’unico con processore Snapdragon 865 contro lo Snapdragon 845 di LG Velvet 4G (la versione 5G monta invece uno Snapdragon 765G) e Snapdragon serie 7 su LG Wing.

LG, Snapdragon 775G al posto della versione 875

Al posto del processore Qualcomm Snapdragon 875, LG sembrerebbe aver fatto scorta del modello Snapdragon 775G, successore del 765G, basato su un’architettura a 6nm. Tra i chip di fascia media è quello con prestazioni più simili all’atteso Snapdragon 875 e, stando alle analisi effettuate, offrirebbe una velocità superiore del 40% e performance grafiche migliori del 50% rispetto al suo predecessore, Snapdragon 765G.

LG, le motivazione del no a S875

Ad aver fatto cambiare idea a LG sull’utilizzo del prossimo processore di casa Qualcomm potrebbero essere stati i prezzi, non tra i più bassi del mercato. Infatti, negli ultimi anni il costo di questi piccoli cervelli elettronici è schizzato in alto, tanto da far desistere diversi produttori di smartphone, proprio come la stessa azienda sudcoreana.

In effetti LG non brilla in quanto a profitti da diversi anni. Motivazione, questa, che potrebbe aver spinto l’azienda a rivedere i propri prodotti con componentistica dai prezzi meno esosi, senza necessariamente dover rinunciare a buone prestazioni.

Altra causa, non meno probabile, potrebbe essere una totale revisione della strategia di marketing legata strettamente alle recenti evoluzione del settore di ricerca e sviluppo. Con LG Velvet, lanciato proprio quest’anno, il colosso della telefonia ha lasciato indietro le linee più datate per lanciarsi in nuove sfide come quella dell’Explorer Project, un progetto dedicato a smartphone sperimentali dallo stile peculiare.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963