iphone-xr Fonte foto: Shutterstock
APPLE

L'iPhone Xr vende molto di più dell'iPhone Xs

L'iPhone Xr è il melafonino più venduto tra quelli presentati nel 2018, molto sotto le previsioni invece i due modelli top di gamma, iPhone Xs e iPhone Xs Max

29 Novembre 2018 - iPhone Xs doveva essere il modello di punta presentato dalla Apple in questo 2018, e invece la scena sul mercato gli è stata rubata da un altro dispositivo di Cupertino. No, non parliamo del fratello più grande, iPhone Xs Max, ma del “fratellastro” economico iPhone Xr, che è il modello che per ora ha venduto di più.

L’iPhone colorato e meno costoso, dunque, per ora sta sbaragliando la concorrenza dei più quotati iPhone Xs e iPhone Xs Max nelle scelte d’acquisto dei consumatori. A dare la notizia è Greg Joswiak, vice presidente marketing di Apple, che ha definito l’iPhone Xr il telefono più venduto dall’azienda in questo 2018 sin dai primissimi giorni del suo rilascio. Se da una parte Cupertino può ritenersi soddisfatta della vendita del suo telefono più rivoluzionario, per colore e prezzo, dall’altra l’azienda deve far fronte a un crollo delle vendite rispetto alle previsioni per iPhone Xs e iPhone Xs Max.

iPhone Xr oscura iPhone Xs e iPhone Xs Max

Stando ai primi report, dopo quasi tre mesi dal momento del lancio gli iPhone di punta del 2018, ossia iPhone Xs e iPhone Xs Max non solo non hanno raggiunto le previsioni di vendita del primo trimestre ma sono abbondantemente al di sotto. La scelta della maggior parte degli utenti di comprare il più economico iPhone Xr dimostra ad Apple come ormai anche i consumatori più affezionati ai device di Cupertino non siano disposti a spendere oltre 1.000 euro per uno smartphone, anche se di ultimissima generazione. Al contrario invece la fascia di prezzo compresa tra i 700 e gli 800 euro è ancora florida nel mercato iPhone.  A conferma della mini-crisi sugli scaffali degli smartphone per Apple l’azienda statunitense qualche giorno fa ha ridotto drasticamente il numero delle richieste di produzione. In pratica produrrà meno iPhone 2018 rispetto alle iniziali previsioni proprio perché la domanda non è quella pensata. Da quando l’azienda ha annunciato gli ultimi utili trimestrali inoltre le azioni in borsa sono crollate del 20% rendendo così nuovamente Microsoft l’azienda quotata meglio al mondo.

Contenuti sponsorizzati