macbook pro Fonte foto: guteksk7 / Shutterstock.com
APPLE

MacBook, Apple brevetta il PC del futuro con sei schermi

Apple ha presentato un brevetto per un nuovo MacBook: il pc del futuro potrebbe avere sei schermi. Ecco come è fatto

Dall’ufficio brevetti del Governo cinese arriva un’ipotesi su come potranno essere i MacBook del futuro: con sei schermi, uno classico e fino ad altri cinque posizionati attorno alla tastiera. Il brevetto è stato richiesto a settembre 2018 e concesso e registrato a maggio 2020.

Il brevetto descrive un “Computer portatile che include una parte destinata al display accoppiata ad una base che contiene display“. Nel documento si dice anche che la base del laptop è costituita da una tastiera e una cover che trasmette la luce. Questa cover è uno strato sensibile al tocco, che può diventare una zona di input tramite la quale l’utente può inviare comandi. Non è molto facile capire di cosa si tratta, perché il design di questo laptop è molto diverso da quello di un computer portatile tradizionale. Ma i disegni allegati al brevetto, come sempre, spiegano molto bene cosa è stato inventato da Apple.

Macbook con sei schermi: come è fatto

Questo ipotetico MacBook del futuro, come avrete capito, differisce dagli attuali solo nella parte della scocca che ospita la tastiera. Il display principale e la sua cornice non sono diversi da quelli a cui siamo già abituati. Gli altri cinque schermi (ma potrebbero essere altri quattro, o meno, a scelta del produttore) circondano la tastiera. Due sono sotto la tastiera, ai lati del touchpad (che, però, nei disegni allegati al brevetto non c’è nemmeno), due sono a destra e sinistra della tastiera stessa, in verticale, e l’ultimo è una striscia larga e sottile posizionata tra la tastiera e la cerniera del display principale. L’ipotesi più credibile sul funzionamento di questi schermi è quella che li vede destinati a funzioni speciali, gesture o a sostituire i tasti funzione.

Arriverà veramente?

Come sempre, quando parliamo di brevetti, dobbiamo specificare che brevetto non vuol dire progetto: non è affatto sicuro che un giorno Apple costruirà un MacBook del genere, con cinque o sei schermi. E’ una delle possibilità, ma non è una certezza. Anche perché, proprio mentre riceveva l’approvazione per questo brevetto in Cina, Apple ne presentava un altro negli Stati Uniti in cui si mostra un MacBook con una grande zona virtuale sotto la tastiera, dove trova spazio un touchpad altamente personalizzabile. Questo touchpad, però, andrebbe ad occupare lo spazio dove dovrebbero essere montati i due schermi sotto la tastiera. I due brevetti, insomma, vanno in conflitto tra loro.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963