SMART EVOLUTION

Magpie, il pulsante con GPS che ti aiuta a ritrovare oggetti e animali

Resistente all’acqua e con una batteria in grado di resistere fino a 3 mesi, Magpie è in grado di funzionare anche a migliaia di chilometri di distanza

Ci sono alcuni dispositivi che sono destinati a cambiare le nostre esistenze. E Magpie potrebbe essere uno di quello. Si tratta di un piccolo device portatile con GPS integrato che può essere utilizzato per ritrovare oggetti, animali e persone. Ed ha pure il vantaggio di costare poco.

Guardandolo, Magpie sembra un bottone. È solo leggermente più grande. Può essere appeso a un portachiavi, oppure attaccato sotto il sellino di una bicicletta. Il device lanciato dalla startup americana, rispetto ad altri dispositivi di tracciamento disponibili sul mercato, è diverso. Il più importante tratto distintivo è la capacità del device di seguire un oggetto ovunque. Anche a migliaia di chilometri di distanza. Magpie, infatti, non ha bisogno di integrarsi con lo smartphone tramite il Bluetooth. Il bottone intelligente ricorre, invece, al GPS, in grado di funzionare in qualsiasi momento e da ogni parte del mondo. Secondo i dati diffusi dall’azienda, Magpie è rintracciabile in 185 Paesi.

Come funziona Magpie

Come detto, tutto ruota attorno al GPS. Il device per funzionare deve essere associato a un altro dispositivo tramite l’apposita applicazione messa a disposizione dall’azienda. A questo punto Magpie è operativo e ci dirà esattamente dove si trova l’oggetto, l’animale o la persona a cui lo abbiamo affidato. Il bottone è soprattutto smart. Una volta che percepisce di essere in movimento (l’utente può impostare una zona limite), Magpie lancia sullo smartphone un allarme, udibile anche se l’audio è disattivato.

Possibili utilizzi

Magpie si presta per essere utilizzato in molteplici situazioni. Può essere usato per tenere sotto controllo le persone, soprattutto quelli più fragili come bambini e anziani. Il dispositivo con GPS è anche utile per tracciare valigie o gli animali.

Prezzo e data di uscita

Quanto costa Magpie? Niente. O meglio, gli utenti interessati al dispositivo pagherebbero solo per il servizio GPS. La startup ha lanciato una campagna su Kickstarter, una delle principali piattaforme di crowdfunding, dove spera di trovare i soldi necessari per mettere in moto il sistema. Il prezzo di partenza è di 5 dollari al mese. I primi Magpie saranno consegnati a febbraio 2018.

 

Il video in apertura è tratto da Kickstarter

Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.

Contenuti sponsorizzati