TV PLAY

Mank: il nuovo film di David Fincher da guardare in streaming

La pellicola racconta l’intensa vita dello scenografo Herbert J. Mankiewicz e il suo impegno per la realizzazione del film Quarto Potere di Orson Welles. Ecco i dettagli

Mank, il nuovo film di David Fincher è tra gli eventi cinematografici dell’anno. Tra i motivi spicca sicuramente il soggetto. Infatti, la pellicola racconta alcuni particolari legati alla nascita di un altro capolavoro, il film Quarto Potere di Orson Welles.

Il lavoro di Fincher si concentra su un particolare che ha destato molta curiosità tra critica e pubblica, cioè il lavoro dello scenografo Herbert J. Mankiewicz, conosciuto come Mank. Perché un regista di fama mondiale come Fincher dovrebbe interessarsi alla vita di Mankiewicz? Qual è stato il suo contributo nella pellicola di Welles? A queste ed altre domande è possibile rispondere dopo aver terminato la pellicola intensa e costruita ad arte. Purtroppo, i cinema sono chiusi, perciò viene trasmessa dalla piattaforma di streaming Netflix a partire dal 4 dicembre. Ma il lavoro è così grandioso che quasi non si sente la differenza tra piccolo e grande schermo. Merito anche di un cast stellare, dominato da Gary Oldman nei panni del protagonista.

Trama Mank: di cosa parla il film di David Fincher

Il regista di Fight Club e Seven si è focalizzato su uno dei momenti cruciali della vita, sregolata e intensa dello sceneggiatore Herbert J. Mankiewicz.

Tutto inizia nel 1940 quando Mank è bloccato a causa di una gamba ingessata e si ritrova isolato nella sua casa. Nel frattempo lavora alla sceneggiatura di Quarto Potere che gli è stata commissionata da Orson Welles. Apparentemente la trama non è esaltante, ma viene sicuramente animata da tutto ciò che accade attorno allo scenografo e soprattutto dalla sua personalità esuberante, influenzata anche dalla sua dipendenza dall’alcool.

Nel film quindi Mank è affiancato da una serie di personaggi chiave: la sua giovane segretaria, la fisioterapista che lo aiuta a camminare nuovamente, ma anche John il socio di Welles. Nel film non si contano i flashback del protagonista che narrano il suo rapporto col sistema e in particolare con il mondo del cinema, ma anche la sua amicizia con William Randolph Hearst, famoso magnate della stampa. Infine, viene raccontato il rapporto con la sua amante Marion Davies e quello con la moglie Sarah.

Mank era un iconoclasta e irriverente sceneggiatore, ma proprio per questo geniale e visionario. E per questo motivo era ricercato dai più famosi registi di Hollywood. Nel film fuoriesce sia il suo talento, che la sua umanità ricca di luci ed ombre. Il filo conduttore rimane comunque il lavoro per Quarto Potere, sicuramente il progetto più importante della sua carriera.

Alla fine del film si capisce come Quarto Potere sia legato a doppio filo alla personalità e alla vita dello scenografo: ci sono continui richiami nella pellicola di Welles, dai nomi ai ricordi dello scenografo. Comprendiamo quindi l’obiettivo di Fincher.

Non a caso nel 1971 uscì sul New York Times un articolo in cui si attribuiva tutto il successo del film alla sua sceneggiatura e questo fece storcere il naso a tanti, soprattutto al regista Orson Welles.

Senza contare che in seguito ci fu una vera e propria lotta per ottenere i diritti tra Mankiewicz e Welles dopo che il film vinse l’Oscar per la migliore sceneggiatura originale.

Mank: cast e dove guardarlo

Come accennato il protagonista Herman J. Mankiewicz è interpretato dall’attore Gary Oldman. Accanto a lui troviamo altri interpreti di talento, ecco i principali:

  • Amanda Seyfried è Marion Davies
  • Lily Collins (che recentemente ha lavorato a Emily in Paris) è la segretaria Rita Alexander
  • Sam Troughton è John Houseman
  • Arliss Howard è Louis B. Mayer
  • Ferdinand Kingsley è Irving Thalberg
  • Tom Pelphrey è Joseph L. Mankiewicz
  • Sam Troughton è John Houseman
  • Tuppence Middleton è la moglie di Herman Sara Mankiewicz
  • Tom Burke è Orson Welles
  • Joseph Cross è Charles Lederer
  • Jamie McShane è l’amico di Herman, Shelly Metcalf
  • Toby Leonard Moore è David O. Selznick

Mank è già disponibile su Netflix: la piattaforma lo ha aggiunto al catalogo il 4 dicembre. Può essere quindi un ottimo titolo da guardare durante le vacanze di Natale.

TAG:

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963