I primi suoni registrati sul Pianeta Rosso dal rover cinese Fonte foto: Ansa
SCIENZA

Marte ci parla: i primi suoni registrati sul Pianeta Rosso dal rover cinese

I rumori potrebbero aiutare a comprendere le condizioni dell’ambiente sul pianeta e la densità della sua atmosfera. La Cina ha rilasciato un video e una clip audio con cosa si sente su Marte.

Il rover cinese Zhurong ha registrato i primi suoni dalla superficie di Marte. La Cina ha rilasciato un video e una clip audio che sono stati pubblicati dalla China Nation Space Agency. Il suono è quello del rover che lascia il suo lander il 14 maggio. I rumori sono prodotti dal mezzo che si muove sul Pianeta Rosso ed è molto diverso da quello che ci si potrebbe aspettare sulla Terra. Secondo il vice comandante del programma di esplorazione, Liu Jizhong, i suoni potrebbero fornire indizi sulle condizioni dell’ambiente del pianeta e sulla densità della sua atmosfera. In realtà, quella cinese non è la prima registrazione che proviene da Marte. Già il rover Perseverance della Nasa, circa un mese prima dell’atterraggio di Zhurong, aveva inviato una registrazione audio che faceva sentire il rumore del vento.

I rumori registrati dal Pianeta Rosso

Da quando il rover Zhurong è atterrato a maggio, si è spostato di 236 metri. Il video mostra una vista a 360° di Marte. "I suoni sono stati provocati dai pignoni che ruotano sulla struttura di sostegno della macchina", ha detto il vice capo designer della missione Tianwen-1, Jia Yang. L’esperto ha anche spiegato che per sentire il rumore dei venti marziani è stato installato un microfono proprio con l’obiettivo di riuscire a sentire quale sia il suono che emette la brezza in un pianeta diverso dalla Terra.

Un secondo video mostra invece il rover mentre sfreccia su Marte, e il momento in cui il lander raggiunge la superficie marziana, compreso il dispiegamento del paracadute al momento dell’atterraggio. Il rover dovrebbe rimanere attivo per circa altri 48 giorni e durante la sua missione, dovrebbe analizzare la composizione chimica del suolo marziano e cercare segni d’acqua nella regione di Utopia Planitia dove è atterrato. Secondo quanto affermato da Yang, il rover Zhurong è più autonomo su Marte e fa parte della missione Tianwen-1, la prima missione interplanetaria indipendente della Cina.

Tianwen 1 è costituito da un orbiter, un lander e un rover. Zhurong è dotato di sei payload scientifici, tra cui uno strumento di spettroscopia di frattura indotta da laser per l’analisi degli elementi di superficie e minerali, e strumentazione Imaging panoramico e multispettrale, stazione climatica, magnetometro e georadar.

Mentre gli astronauti e gli scienziati spaziali continuano a studiare il Pianeta Rosso in tutti i suoi dettagli, sul web la tecnologia degli NFT permette di acquistare un pezzo di Marte sotto forma di non-fungible token.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963