Libero
MediaTek Fonte foto: MediaTek
TECH NEWS

MediaTek Dimensity 7000, ecco le specifiche del nuovo chip per la gamma media

Il Dimensity 7000 di MediaTek sta arrivando, ma possiamo già osservarlo "da vicino" grazie alle ultime indiscrezioni: sarà più potente di quanto non si pensi

Un’importante fuga di notizie ha coinvolto MediaTek e il suo imminente chip di fascia media Dimensity 7000. Le indiscrezioni infatti nelle scorse ore ne hanno rilevato tutte le specifiche fondamentali, quindi la tipologia del processo produttivo impiegato, l’architettura e la frequenza massima dei singoli core.

In altre parole, rimane ben poco da scoprire sul conto del Dimensity 7000, un chip che sarà chiamato a finalizzare il pieno ritorno tra i "grandi" del mercato mondiale. L’azienda di Taiwan sembra più determinata che mai ad aggredire la leadership tecnica che in questo momento pare tra le mani di Qualcomm, anche se il produttore americano sembra aver perso qualcosa rispetto agli anni passati. Quindi MediaTek ha iniziato la sua rincorsa, prima con il chip di fascia alta Dimensity 9000 che è già ufficiale ma non arriverà prima di inizio 2022, e tra qualche giorno darà nuovo impulso alla galoppata con il chip di fascia media Dimensity 7000.

Dimensity 7000 come i top di gamma 2021

A leggere le informazioni ottenute e rilanciate da Digital Chat Station su Weibo si fatica a rivedere nel Dimensity 7000 un chip di fascia media. Le specifiche finite all’esterno della catena produttiva lasciano intravedere un chip non troppo distante dal Dimensity 9000 annunciato nemmeno 15 giorni fa.

In primis per il processo produttivo. Il chip migliore di MediaTek viene prodotto con tecnologia a 4 nanometri, il Dimensity 7000, secondo le indiscrezioni più recenti, sarà realizzato a 5 nanometri. Una differenza minima, che peraltro pone quest’ultimo sullo stesso livello dei chip migliori del 2021.

Al momento infatti solamente quattro chip al mondo beneficiano del processo produttivo a 5 nanometri: Qualcomm Snapdragon 888, Samsung Exynos 2100, HiSilicon Kirin 9000 e Apple A15 Bionic, tutti prodotti di fascia altissima. Il Dimensity 7000 sarà realizzato dunque con la stessa "raffinatezza", che consentirà di raggiungere un compromesso da migliore della classe tra prestazioni e gestione energetica.

Il Dimensity 7000 sarà molto potente

Che la definizione di chip di fascia media starà stretta al Dimensity 7000 non lo suggerisce solo il processo produttivo, ma anche l’architettura utilizzata da MediaTek e le frequenze massime raggiungibili dai vari core.

Il chip taiwanese, sempre secondo Digital Chat Station, sarà composto da otto core in totale, quattro dei quali saranno dei Cortex-A78 a cui saranno affidati i carichi di lavoro più importanti, e che avranno una frequenza di clock di ben 2,75 GHz, mentre i restanti quattro core saranno dei Cortex-A55 a 2 GHz che saranno chiamati ad elaborare tutte quelle operazioni che non richiedono troppa potenza e sulle quali, quindi, si potrà risparmiare energia.

Detto della CPU, lato GPU il Dimensity 7000 di MediaTek avrà la Mali-G510 MC6, una scheda grafica recente che Arm ha presentato poco prima dell’estate, quando la definì come "perfetta per abbinare prestazioni ed efficienza".

Sul debutto di Dimensity 7000 allo stato attuale è difficile esprimersi, ma c’è da mettere nel conto un lancio successivo a quello del Dimensity 9000, che come detto è già ufficiale ma arriverà sul mercato nel primo trimestre del 2022.

TAG:

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963