mediatek kompanio Fonte foto: MediaTek
TECH NEWS

MediaTek lancia un nuovo chip per tablet di fascia media: Kompanio 900T

MediaTek presenta l'ennesimo chip in pochi giorni: è studiato per dare il meglio sui tablet di fascia media, ma ha molti aspetti da primo della classe

È un periodo di grande attività e anche di grosse soddisfazioni, questo, per MediaTek. L’azienda di Taiwan dopo un periodo in sordina è tornata alla grande non solo sui mercati occidentali dove si sta facendo apprezzare con prodotti validi (come il MediaTek Dimensity 1200 AI di OnePlus Nord 2), ma più in genere sul panorama mondiale.

Non a caso recentemente l’azienda si è affermata come primo produttore al mondo di chip per la tecnologia di consumo, occupando quella che sembrava dovesse rimanere ancora a lungo una posizione nelle mani di Qualcomm. Per mantenere la leadership, MediaTek ha lanciato nelle scorse ore un nuovo chip di fascia media dedicato ai tablet. Sul tema c’è stata un po’ di confusione: parte della stampa ha scritto che sarebbe stato destinato anche ad equipaggiare i Chromebook, ma si è trattato di un fraintendimento. Il nuovo Kompanio 900T è progettato per rendere al meglio sui tablet e non sui Chromebook, ai quali MediaTek ha destinato dei chip appositi.

MediaTek Kompanio 900T, caratteristiche

Il Kompanio 900T è un chip di fascia media, ma ciò non ha impedito a MediaTek di realizzarlo sulla base di un processo produttivo parecchio avanzato a 6 nanometri che coinvolge le esperte fonderie di TSMC. La GPU è una ARM Mali-G68 MC4 che è affiancata da una APU (di terza generazione) sviluppata da MediaTek per svolgere in maniera migliore le operazioni che richiedono l’intelligenza artificiale.

La CPU ha architettura octa core: il cluster di punta è composto da due core Cortex-A78 con frequenza operativa massima di 2,4 GHz, ai quali vengono affidati i carichi di lavoro che richiedono potenza, mentre il secondo cluster è composto da 6 core Cortex-A55 che invece si occupano di quelle operazioni che possono essere gestite con una potenza minore e sulle quali, quindi, è possibile risparmiare energia per salvaguardare l’autonomia.

Il Kompanio 900T di MediaTek può essere corredato con memorie RAM di tipo LPDDR4x o, per i prodotti che richiedono prestazioni migliori, con quelle di tipo LPDDR5, mentre lo spazio di archiviazione supportato è di tipo UFS 2.2 o il più avanzato (e costoso) UFS 3.1. La compatibilità in fatto di memorie è di altissimo profilo nonostante si tratti, appunto, di un chip di fascia media.

Così il nuovo chip di MediaTek può supportare adeguatamente schermi fino alla risoluzione di Quad HD+ con frequenza di aggiornamento dinamico che può raggiungere anche i 120 Hz di picco, grazie alle tecnologie MediaTek Adaptive Sync e MiraVision HDR che forniscono abbondante supporto al chip. In tema di multimedialità non si può non citare il supporto a fotocamere fino a 108 megapixel con video fino al 4K a 30 frame per secondo, più che sufficienti per le esigenze medie dei tablet.

Non manca praticamente nulla in termini di connettività, il che è fondamentale in un periodo storico di forte espansione per l’infrastruttura 5G, e dove ai chip è richiesto di essere il più possibile pronti per le sfide future: c’è il supporto per le reti 2G fino a 5G in Multi-Mode, al 5G Carrier Aggregation (2CC FDD/TDD) e al Dual 5G SIM (5G SA + 5G SA), oltre a Wi-Fi 6 e Bluetooth 5.2.

Kompanio 900T, quando arriva

MediaTek non ha ancora comunicato quando arriverà il nuovo Kompanio 900T, ma potrebbe farlo presto alla luce dei pochi giorni di distanza tra l’annuncio di Kompanio 1300T e la sua prima applicazione sul tablet Honor Tab V7 Pro.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963