Musk vs Bezos, battibecco infinito: perché continuano a litigare sulla NASA Fonte foto: ANSA
SCIENZA

Musk vs Bezos, battibecco infinito: perché continuano a litigare, anche sulla NASA

Il pomo della discordia stavolta sarebbe un rete satellitare, in passato è stata la NASA. Musk contro Bezos, litigio infinito: dopo la NASA, i satelliti

Tra Jeff Bezos ed Elon Musk, già in corsa l’uno con l’altro per il podio di uomo più ricco del pianeta, volano stracci. Fondatore di Amazon, l’uno, creatore del sistema di pagamenti informatici di PayPal, l’altro, sono entrambi coinvolti in una dura battaglia con risvolti legali per la costruzione di reti satellitari rivali tramite le loro rispettive aziende, Amazon e SpaceX.

Perché, secondo Bezos, Musk è un trasgressore seriale

L’ultimo colpo lo ha scagliato Jeff Bezos, che ha tentato di descrivere Elon Musk come un trasgressore seriale delle regole davanti alla Federal Communications Commission. Si tratta di una disputa che va avanti da un po’, ma stavolta Amazon ha inviato ai funzionari una lunga lista dei problemi passati di Musk con altri regolatori. Si tratterebbe del tentativo in più di contrastare SpaceX, mentre l’azienda brucia le tappe per l’implementazione dei suoi satelliti a banda larga.

Jeff Bezos ha fatto riferimento a quella volta in cui Musk si è lamentato del fatto che la struttura normativa della Federal Aviation Administration avrebbe rallentato le operazioni di SpaceX. Allo stesso tempo, nel dossier si racconta del licenziamento di funzionari che hanno cercato di tenere chiuse le fabbriche di Musk per evitare la diffusione del coronavirus all’interno degli stabilimenti.

Corsa allo spazio: reti di satelliti rivali e appalti con la NASA

La querelle sui satelliti, in particolare, risale all’inizio dell’anno: SpaceX aveva infatti proposto un aggiornamento rete satellitare Starlink. I satelliti di SpaceX sono oltre 1.700, mentre sono circa 100.000 i clienti che utilizzano i servizi internet offerti dalla "costellazione".

Nei piani di Amazon c’è una rete chiamata invece Kuiper, stavolta con oltre 3mila satelliti, nessuno dei quali tuttavia è per il momento stato spedito in orbita.

Il duello tra l’ex ceo di Amazon e SpaceX si è consumato anche sull’affidamento in via esclusiva a Space X del contratto per lo studio e la realizzazione del Human Landing System (HLS) da parte della NASA.  Per l’agenzia spaziale americana, la proposta di Musk presentava evidenti vantaggi, ad esempio quelli riguardanti in maniera specifica le esigenze di budget: il progetto di Space X è stato scelto in quanto presentava dei costi più bassi rispetto ai competitor. Per Bezos invece l’assegnazione è avvenuta in maniera irregolare: tra le altre cose, questa vicenda ha preso la forma di una lettera aperta.

Giuseppe Giordano

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963