Libero
Cosa succede tra Musk e Bezos, lite infinita tra i super miliardari dello spazio Fonte foto: ANSA
SCIENZA

Cosa succede tra Musk e Bezos, lite infinita tra i super miliardari dello spazio

Tribunali, sfottò, concorrenza: tra i due volano pezze, tranne quando ci sono da pagare le tasse. Tra Musk e Bezos il litigio è infinito: tribunali e sfottò sui social.

Jeff Bezos non sembra avere molto di cui lamentarsi. Le spedizioni nello spazio di Blue Origin sono state un successo – l’ultima ha addirittura portato nello spazio il capitano Kirk di Star Trek – mentre Amazon, una delle imprese più di successo al mondo, vale 1600 miliardi di dollari.

Eppure Bezos non è il numero uno in tutto. Ad esempio, è il secondo uomo più ricco del mondo. E lo è da poco tempo, da quando, cioè, Elon Musk lo ha superato nella classifica dei super ricchi stilata dalla media company, specializzata in ambito finanziario, Bloomberg.

Le prese in giro di Musk viaggiano a colpi di meme sui social

L’accettazione di una medaglia d’argento, una volta tanto nella vita, non dovrebbe turbare più di tanto Jeff Bezos, eppure l’irritazione dell’ex numero uno di Amazon sembra incontenibile. Al punto che, più volte, è stata possibile leggerla tra le righe di quello che ha detto o fatto. Certo, Musk non gli rende più semplice il compito dell’accettazione. E non perde occasione, ad esempio sui social, di postare nei commenti agli status del miliardario medagliette di argento con il numero 2, a perenne memoria di chi ha il patrimonio più grande.

Sfottò, concorrenza, diatribe che prendono, a volte, anche la strada del tribunale. Il rapporto tra i due paperoni non è idilliaco ed è accomunato solamente dalla condivisa antipatia per le tasse.

Bezos porta in tribunale SpaceX e Starlink, Musk ribatte ironico

La NASA ha assegnato a SpaceX, l’azienda spaziale di Musk, un contratto per la realizzazione di un modulo di atterraggio lunare, dal valore di 2,9 miliardi di dollari. A Bezos, che partecipava alla gara con Blue Origin, la sconfitta non è andata giù. Si è quindi rivolto a un tribunale e ha inviato una lettera alla NASA. "Fossi in lui perderei meno tempo con i magistrati e mi dedicherei a cercare di mettere in orbita i miei missili", gli ha risposto Musk, consapevole che la tecnologia di SpaceX è molto più avanzata di quella di Blue Origin.

Davanti ai giudici ci è finita, sempre per mano di Bezos, anche la costellazione di satelliti Starlink di Musk. "Da quando non è più amministratore delegato di Amazon – ha risposto il capo di Tesla – Jeff ha come hobby quello di denunciare SpaceX". Nessuno dei due però ha fiatato quando si è trattato di non pagare le tasse. Grazie ad artifici contabili, sia nel 2007, sia nel 2011, Bezos non ha pagato un solo euro di imposte sul reddito. Lo stesso è valso per Musk, nel 2018.

Giuseppe Giordano

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963