Libero

Musk scatenato su Twitter: compro McDonald's e Coca Cola

Elon Musk su Twitter sta scrivendo di tutto e di più: tra il serio e il faceto, parla anche del futuro del social, della privacy e della libertà di parola

Da quando ha annunciato di aver raggiunto l’accordo con il Cda di Twitter e che comprerà la piattaforma per 44 miliardi di dollari, Elon Musk è entrato in modalità "Maximum Fun" e si sta divertendo come un pazzo con il suo nuovo giocattolo. In pieno stile Musk, cioè politicamente scorrettissimo, il magnate ha lanciato una serie di tweet tra il serio e il faceto dai quali, però, emerge anche qualche indicazione sul futuro di Twitter.

Tutto nasce dal fatto che, in questo momento, mezzo mondo si sta chiedendo cosa farà Elon Musk di Twitter, come cambierà Twitter con Elon Musk al comando e, soprattutto, cosa cambierà per tutti noi e in particolare per giornalisti e personaggi influenti che oggi usano Twitter per comunicare con il mondo intero. Questo perché, lo ricordiamo, Twitter è una piattaforma piena di giornalisti e che viene considerata un moderno baluardo di libertà e democrazia. Musk, consapevole di tutte queste domande e di tutte queste aspettative, l’ha presa a ridere

Musk: compro McDonald’s e Coca Cola

Partiamo dallo scherzo: Elon Musk ha risposto a tutti quelli che gli chiedono di "aggiustare" qualcosa in Twitter con tre divertenti tweet. Nel primo il miliardario dice: "Comprerò McDonald’s per aggiustare tutte le macchinette dei gelati". Il riferimento, chiaramente, è agli erogatori del gelato di McDonald’s che, notoriamente, non sono efficientissimi.

Poco dopo il secondo tweet, con il quale risponde direttamente ad un suo fan: "Poi comprerò anche Coca-Cola e ci rimetterò dentro la cocaina". Infine il terzo tweet, che spiega i precedenti: "Ascoltate, non posso fare miracoli ok?".

Musk e la libertà di parola

Due parole, in questi giorni, si ritrovano spessissimo nei tweet di Elon Musk: free speech, cioè libertà di parola. Da una parte ci sono gli utenti "liberal" americani di Twitter, che temono che Elon Musk possa limitare la libertà di parola sul social dell’uccellino, dall’altra c’è lo stesso Musk che afferma che il "free speech" è stato troppo limitato in passato dalle regole di Twitter.

Nei giorni scorsi Musk ha lasciato intendere un prossimo allargamento delle maglie, per permettere a più persone di esprimersi liberamente su Twitter: "Spero che anche i miei peggiori critici rimarranno su Twitter, perché questo è ciò che vuol dire libertà di parola".

Poi, però, ha precisato: "Con i termini free speech intendo ciò che è conforme alla legge. Se le persone vogliono meno libertà di parola, allora dovrebbero chieder al Governo di fare leggi a tal fine. Pertanto, andare oltre la legge è contrario alla volontà del popolo".

Dalla libertà di parola alla politica, chiaramente, è un attimo: "Affinché Twitter ottenga la fiducia del pubblico, è necessario che sia politicamente neutro: il che in effetti vuol dire dar fastidio all’estrema destra tanto quanto all’estrema sinistra". E poche ore fa Musk ha detto anche che Truth, il social di Donald Trump, esiste perché Twitter ha censurato la libertà di parola.

I messaggi criptati su Twitter

Infine, tra tanti tweet più o meno seri ne arriva uno molto importante: Elon Musk annuncia novità per i messaggi diretti: "I DM di Twitter dovrebbero avere la crittografia end-to-end come Signal, affinché nessuno possa spiare o hackerare i vostri messaggi".

Dovremmo quindi mettere i messaggi privati criptati nella lista delle cose da fare su Twitter, subito dopo il tasto Edit.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963