app-store-ios Fonte foto: PixieMe / Shutterstock.com
APPLE

Nel nuovo App Store niente più antivirus iPhone

Apple aggiorna le nuove linee guida per gli sviluppatori, rafforzando il sistema di controllo contro le app fuorvianti, come ad esempio gli antivirus

18 Settembre 2017 - Se gli antivirus possono essere di qualche utilità sui dispositivi Android, notoriamente colpiti dagli hacker, su iOS, un sistema operativo chiuso, non servono praticamente a niente. Nonostante ciò, non era raro trovarli sull’App Store. Fino adesso. Nel nuovo negozio digitale, infatti, gli antivirus sono esclusi.

Nelle nuove linee guide, Apple di fatto blocca la pubblicazione di tutte le applicazioni fuorvianti, come ad esempio quelle che promettono di rimuovere malware e altri software malevoli dall’iPhone. App che in realtà sfruttano la paura degli utenti per eseguire altre funzioni, alcune anche invasive. Ora Cupertino, aggiornando le “regole” dell’App Store destinate agli sviluppatori, ha deciso di mettere le cose in chiaro riguardo alla cancellazione delle app che si camuffano da antivirus. Programmi che in effetti non svolgono nessuna attività nell’individuazione e nello blocco di malware sui device prodotti dall’azienda californiana.

Giro di vite contro le false app

Il principale vettore di virus per i dispositivi mobili sono le applicazioni scaricate da fonti non ufficiali. Come è noto, a differenza di Android, iOS non è un sistema aperto. Di conseguenza, è impossibile installare su iPhone e iPad app esterne (l’unico modo è mettere in pratica procedure di jailbreaking, sistema poco lecito e pericoloso che permette di bypassare la protezione di iOS). Si capisce, dunque, che un antivirus su iPhone e iPad, device molto sicuri, non apporta nessuna protezione.

Con le nuove linee guida, Apple avverte gli sviluppatori. Le app, come gli antivirus, che dicono di svolgere attività non vere saranno, quindi, eliminate dall’App Store. Con buona pace di chi pensava di farla franca.

Contenuti sponsorizzati