Libero
videgiochi netflix Fonte foto: Netflix
VIDEOGIOCHI

Netflix a tutta forza sul gaming: comprata un'altra società

Il colosso dello streaming è sempre più impegnato nello sviluppo della sua divisione videogames: ha comprato la finlandese Next Games per 65 milioni di dollari

Che Netflix stia puntando, sempre di più, ad entrare nelle grazie (anche) dei gamer non è più una novità. Dopo i film e le serie tv, l’azienda qualche mese fa ha, infatti, reso disponibile sulla sua piattaforma una sezione dedicata ai videogiochi. Adesso arrivano ulteriori conferme della volontà della piattaforma di crescere in questo settore, seppur in modo del tutto particolare.

Il gigante dello streaming online non ha intenzione di accontentarsi e si sta prodigando per sviluppare il suo catalogo di videogiochi. A conferma di tali propositi, oggi Netflix ha fatto sapere di aver acquistato lo sviluppatore di giochi per dispositivi mobili Next Games, per 65 milioni di euro. L’accordo con lo studio finlandese (fondato nel 2013) fa parte di una più ampia strategia di Netflix, che mira a creare in modo autonomo i videogame, con l’obiettivo di arricchire il suo catalogo contenuti originali disponibili per gli abbonati, conquistarne di nuovi e fidelizzare quelli già presenti. Ma perché Netflix ha deciso di investire milioni di euro proprio su Next Games?

Next Games + Netflix: cosa succederà

L’editore di giochi per dispositivi mobili free-to-play ha già sviluppato titoli ispirati ad alcuni dei più grandi progetti di Netflix, come "Stranger Things" e "The Walking Dead". Questo sta a significare che le due società già collaborano da tempo e che il nuovo accordo consoliderà la partnership, portando a Netflix svariati vantaggi.

Mike Verdu (vicepresidente di Netflix e responsabile della nuova divisione gaming) a tal proposito ha dichiarato che: "sono fiducioso che, insieme a Next Games, saremo in grado di creare un portafoglio di giochi di livello mondiale". Inoltre, il manager del colosso dello streaming è sicuro che "senza pubblicità e senza acquisti in-app, questi giochi delizieranno i nostri abbonati in tutto il mondo".

Next Games alla fine del 2021 contava 120 dipendenti e che nel 2020 ha fatturato 27,2 milioni di euro. Inoltre, circa il 95% dei suoi guadagni (relativamente al 2020) è arrivato da acquisti in-game (o "in-app", cioè all’interno delle applicazioni dei giochi). Il fondatore e CEO dell’editrice di giochi è Teemu Huuhtanen, che prima di creare Next Games ricopriva un ruolo dirigenziale per Rovio, l’editore di Angry Birds.

Videogiochi su Netflix: chi può giocare

I titoli giocabili su Netflix sono disponibili sui dispositivi mobili Android e iOS di tutti gli abbonati. Il servizio, in buona sostanza, dà agli utenti l’accesso a una serie di giochi per smartphone e tablet, ma per scaricare i giochi Netflix si appoggia ancora agli store di Google e di Apple.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963