VIDEOGIOCHI

Nintendo 3DS al capolinea: confermato lo stop alla produzione di tutti i modelli

La Nintendo 3DS arriva al capolinea: è stato confermato lo stop alla produzione di tutti i modelli di una delle più amate console portatili

La Nintendo 3DS va in pensione e con lei tutti i modelli della console portatile della società di Kyoto. La conferma ufficiale dello stop alla produzione di tutti i modelli della console a doppio schermo è arrivata direttamente sul sito della Nintendo e non ci sono margini per un ripensamento.

D’altronde sono passati 10 anni da quando la società ha annunciato la Nintendo 3DS, per poi lanciarla sul mercato nel 2011. Complice però una line-up di videogame che ha convinto poco gli utenti, la console non ha ottenuto il successo sperato. Nonostante il lancio di altri 4 modelli sulla scia della storica e leggendaria Nintendo DS, i risultati sono stati limitati nelle vendite e l’azienda ha deciso di fermare la produzione dei modelli della Famiglia Nintendo 3DS. Secondo alcune indiscrezioni, una scelta dettata dalla volontà di puntare sulla Nintendo Switch, console che incontra il favore sia dei gamer da “salotto” che degli amanti delle portatili.

Nintendo 3DS, tutti i modelli fuori produzione

L’annuncio è apparso all’improvviso sul sito web della Nintendo, proprio nella pagina di descrizione della console Famiglia Nintendo 3DS. Le console retrocompatibili offrivano agli utenti una lista di titoli tra cui Super Mario, Animal Crossing e The Legend of Zelda, oltre ad altri videogame dell’immenso catalogo del predecessore DS. Poi l’avviso ufficiale in una nota sotto la descrizione: “Le console della famiglia Nintendo 3DS non sono più in produzione”. In particolare, i modelli che non saranno più prodotti sono:

  • Nintendo 3DS
  • Nintendo 3DS XL
  • New Nintendo 3DS
  • New Nintendo 3DS XL
  • New Nintendo 2DS XL

Nintendo 3DS, i motivi del pensionamento

Il primo modello della famiglia Nintendo 3DS era stato annunciato dall’azienda di Kyoto nel 2010, per poi essere lanciato sul mercato l’anno successivo. L’obiettivo era dare un degno successore al Nintendo DS, celebre console portatile che ha regalato videogiochi cult tra cui New Super Mario Bros, Mario Kart, The Legend of Zelda e Pokémon. Un successo che però non è arrivato, complice anche una linea di titoli per i videogiochi che non ha entusiasmato gli appassionati di questa console, così dopo qualche mese ne fu abbassato drasticamente il prezzo per riconquistare terreno.

La società ha continuato a investire sulla Nintendo 3DS producendo altri 4 modelli da aggiungere alla famiglia di console portatili, ma il risultato non è stato soddisfacente. Per questo motivo, la decisione di mandare in pensione la famiglia Nintendo 3DS è giunta a settembre 2020. Dietro alla scelta, secondo alcuni rumors potrebbe esserci l’intenzione di puntare sulla più acclamata Nintendo Switch, che può contare già su due modelli e su un terzo che sarebbe in arrivo.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963