smartphone-scarico Fonte foto: Shutterstock
HOW TO

Perché gli smartphone caricano più lentamente d'estate

Avete notato anche voi che, d'estate, gli smartphone caricano molto più lentamente del solito? Il perché è molto semplice e c'entra il termometro

11 Giugno 2019 - L’estate è la stagione degli smartphone roventi. Non solo perché con il caldo è più facile che i device si surriscaldino e si blocchino, ma anche perché ne facciamo un uso più massiccio: con il bel tempo si esce di più, si fanno più foto e video, si usa maggiormente il navigatore per raggiungere posti che non conosciamo (specialmente se siamo in vacanza), si fanno più telefonate agli amici per organizzare serate e uscite. Tutte operazioni che incidono moltissimo sulla durata della batteria.

Ma, purtroppo, l’estate è anche la stagione durante la quale gli smartphone caricano più lentamente. Anche molto più lentamente, in certi casi, e gli utenti raramente capiscono il perché di tutto ciò. In estate, ad esempio, capita molto spesso che lasciamo il cellulare a caricare in una stanza e lo troviamo ancora parzialmente scarico, nonostante il lungo tempo trascorso in carica. Perché avviane tutto questo? Le risposte principali sono due e, guarda caso, dipendono entrambe dallo stesso fattore: la temperatura eccessiva della stagione estiva.

Perché in estate gli smartphone sono più lenti a caricare

Quando uno smartphone è molto caldo mentre è in fase di ricarica molto spesso entrano in azione i meccanismi di protezione integrati nel dispositivo: la ricarica viene interrotta e poi riavviata, più volte, per evitare il surriscaldamento. Inoltre, la ricarica stessa causa un aumento della temperatura dello smartphone, aggravando la situazione. Questi due motivi creano una sorta di “cane che si morde la coda” e la conseguenza è quella che conosciamo tutti: la ricarica dura un’eternità.

A che temperatura si dovrebbe caricare uno smartphone

Se il problema è il caldo, la soluzione è il fresco. Ma quanto caldo e quanto fresco? Dipende dallo smartphone. Apple, ad esempio, dichiara che le temperature ideali di utilizzo e di ricarica degli iPhone sono comprese tra zero e 35 gradi centigradi. Sotto i -20 gradi e sopra i +45 gradi centigradi gli iPhone smettono completamente di funzionare e si rifiutano persino di avviarsi. Quando le temperature tornano nel range ottimale, però, lo smartphone riprende a funzionare. Ogni prodotto e ogni produttore ha limiti diversi, ma la raccomandazione per una ricarica sicura ed efficiente in estate è uguale per tutti: scegliete un luogo fresco per ricaricare il cellulare. Se avete una stanza rinfrescata dall’aria condizionata, ad esempio, ricaricate lì lo smartphone. Di sicuro, invece, non dovete mai lasciarlo in carica sotto il sole estivo.

Contenuti sponsorizzati

TAG: