galaxy s10 Fonte foto: Karlis Dambrans / Shutterstock.com
TECH NEWS

Perché l'app della tua banca potrebbe non funzionare sul Galaxy S10

Alcuni istituti bancari hanno disabilitato l'accesso all'home banking da tutti i dispositivi della famiglia S10 per evitare che chiunque possa accedere al conto

22 Ottobre 2019 - La recente scoperta che chiunque può sbloccare un Samsung Galaxy S10 con la propria impronta digitale (anche se non registrata) se il dispositivo è stato ricoperto con una pellicola antigraffio, ha mandato un po’ nel panico diversi possessori di questo smartphone.

Ma poiché il rischio è serio e il difetto è confermato dalla stessa Samsung alcuni istituti bancari in giro per il mondo hanno iniziato a limitare l’accesso alle rispettive app di online banking a questi device. La maggior parte delle app che non funzionano più su Samsung Galaxy S10 sono di banche del Regno Unito, dove è scoppiato il caso in seguito ad un articolo apparto sul popolare giornale The Sun. Ma si segnalano interventi anche da parte di banche israeliane e sud coreane. In Italia, invece, al momento nessuna banca sembra aver preso sul serio il problema e i Samsung Galaxy S10 funzionano ancora con tutte le app di online banking.

Il colosso coreano dell’elettronica ha annunciato che rilascerà una fix software entro questa settimana, quindi eventuali disservizi dovrebbero durare assai poco. Non è da escludere che, almeno temporaneamente, anche alcune app di banche italiane vengano aggiornate affinché non possano funzionare con il top di gamma di Samsung o, quanto meno, affinché non accettino l’impronta come meccanismo di autenticazione.

Il difetto anche sui Note

Il problema sta tutto nel sensore ultrasonico montato sui Samsung Galaxy S10 come meccanismo di identificazione biometrica. Si tratta di un sensore integrato nello schermo, che rileva l’impronta emettendo ultrasuoni e captandone il rimbalzo. Lo stesso sensore è stato montato su diversi dispositivi: Galaxy S10, Galaxy S10+, Galaxy S10 5G, ma anche su Galaxy Note 10 e Galaxy Note 10+. Se avete uno di questi dispositivi, il consiglio è quello di non usare pellicole salva vetro se non quelle ufficiali di Samsung. Altrimenti chiunque riuscisse ad entrare in possesso del vostro smartphone potrebbe sbloccarlo facilmente ed accedere a tutti i vostri dati e a tutte le vostre app, compresa quella della banca online.

È davvero così grave?

Dopo l’articolo del giornale inglese su Internet è iniziato un dibattito, perché sembrerebbe che la signora che ha scoperto il difetto del sensore di impronta del Galaxy S10 abbia commesso una grave ingenuità: avrebbe registrato l’impronta dopo aver montato la pellicola protettiva. Secondo alcuni utenti questo difetto non si verifica se l’impronta viene registrata senza pellicola, mentre altri affermano di averlo riscontrato in entrambi i casi.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963