tiktok bambini Fonte foto: phBodrova / Shutterstock

Perché TikTok ha cancellato 500 mila account italiani

Il gigante cinese è stato costretto a rispettare la normativa italiana: dopo le critiche del Garante Privacy ha rimosso 540 mila profili di utenti sotto i 13 anni.

Vista la presenza massiccia di utenti difficilmente qualcuno avrà notato la differenza ma, solo negli ultimi mesi, TikTok ha diminuito di oltre 500mila unità la presenza di italiani sulla sua piattaforma. Si tratta di numeri importanti, legati a una particolare situazione che il social dedicato ai video brevi ha dovuto affrontare, in maniera decisa, insieme al Garante dei Dati personali.

Le operazioni che hanno condotto alla rimozione degli account si è svolta tra il 9 febbraio e il 21 aprile 2021 e ha coinvolto più di 12 milioni e mezzo di italiani. Tramite una richiesta indirizzata agli iscritti, il Garante ha potuto individurare oltre mezzo milioni di profili gestiti da infratredicenni. Secondo il regolamento, l’accesso all’applicazione è consentito solo al di sopra dei 13 anni di età. Non mancano però i casi di giovanissimi sulla piattaforma; come confermato da recenti fatti di cronaca nera, ultimo in ordine di tempo quello che ha provocato il decesso di una bambina di 10 anni a Palermo per emulare una "sfida estrema" lanciata da alcuni utenti, non sempre tale regola viene rispettata.

Perché TikTok ha cancellato gli account

La conclusione delle verifiche del Garante sugli iscritti italiani ha portato alla cancellazione di 500mila profili poiché appartenenti a minori di 13 anni. Di questi, circa 400mila avevano dichiarato di appartenere alla fascia d’età a cui non è consentito di far parte del popolo dell’app. Per altri 140mila, sono stati invece gli esiti dell’indagine che ha visto l’azione combinata di moderazione e strumenti di segnalazione a collocare gli account nella casella dei probabili under 13, portando al ban immediato.

TikTok, i provvedimenti decisi con il Garante

Dopo aver provveduto alla rimozione massiva delle pagine profilo e degli username segnalati dal Garante, TikTok è stata nuovamente coinvolta nella realizzazione di interventi mirati con lo scopo di evitare l’accesso dei più piccoli al social. Nell’accordo, sono state inserite misure che puntano a garantire la cancellazione, nell’arco di 48 ore, degli account segnalati appartenenti a persone al di sotto dei 13 anni.

A questo si aggiunge il blocco dei dispositivi utilizzati, in modo da impedire ogni tipo di accesso all’app durante il loro utilizzo. Anche l’intelligenza artificiale è stata chiamata in causa nell’operazione, al fine di minimizzare il rischio della presenza degli utenti della specifica fascia d’età attraverso soluzioni da studiare e realizzare nel futuro prossimo.

Non meno importante sarà la comunicazione, sia tra TikTok e i ragazzi con un’informativa interattiva e coinvolgente che consentirà comprendere al meglio il contenuto della documentazione, così come tra la piattaforma e il Garante stesso, per elaborare metodologie sempre più efficaci per la divulgazione delle regole di accesso. Nuove iniziative, via app e mass media, educheranno a un uso consapevole dell’applicazione, sottolineando l’inadeguatezza della stessa per gli infratredicenni.

TikTok e il Garante, come proseguiranno le operazioni

Stando a quanto sottolineato in una nota diffusa sul sito ufficiale, a verificare che gli accordi siglati con l’azienda vengano rispettati sarà proprio il Garante. E, nonostante le azioni messe in campo, l’autorità continuerà a vigilare al fine di sradicare il fenomeno della presenza dei giovanissimi sul social cinese.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963