xiaomi mi 11 lite Fonte foto: Xiaomi
ANDROID

Perché Xiaomi sta per cambiare nome ai suoi smartphone

La piccola rivoluzione di Xiaomi era già partita in modo silenzioso con il recente Xiaomi Mix 4, ma adesso è ufficiale: i prodotti saranno tutti rinominati

Xiaomi verso l’indipendenza da… se stessa! Dall’inizio della sua esperienza nei svariati settori tecnologici in cui ha operato, qualsiasi prodotto dell’esuberante azienda cinese ha contenuto nel nome “Mi". Ne sono l’esempio gli smartphone, come i Mi 11, i televisori, i Mi TV Lux, o i monopattini elettrici, i Mi Scooter, e così via.

Insomma, escludendo Redmi che da qualche anno è diventata un’azienda a sé stante e Poco per cui vale la stessa considerazione, qualsiasi prodotto commercializzato da Xiaomi ha sempre avuto nel nome la sigla “Mi", come se fosse stato un marchio. Il primo prodotto Xiaomi ad aver fatto eccezione è stato il recente Mix 4, che a rigor di logica avrebbe dovuto chiamarsi Xiaomi Mi Mix 4 e invece è arrivato (per ora solo in Cina) “semplicemente" come Xiaomi Mix 4. Molti gli sguardi perplessi in direzione del top di gamma più recente per una scelta apparentemente incomprensibile, che tuttavia adesso trova spiegazione: Xiaomi si renderà “indipendente" dalla sigla Mi togliendola progressivamente da tutti i suoi prodotti.

Addio alla sigla Mi, da subito

La sigla Mi è stata una costante lunga una decade (esordio insieme al primo smartphone, il Mi 1 nel 2011) per qualsiasi prodotto direttamente venduto da Xiaomi, quasi a diventare sinonimo o parte integrante del brand stesso. Che però negli anni è cresciuto, negli ultimi mesi in modo tanto rapido e importante da mettersi alle spalle giganti del calibro di Samsung ed Apple per smartphone venuti in Italia, Europa e nel mondo.

Xiaomi, insomma, è in rampa di lancio, ed evidentemente gli ultimi risultati commerciali devono avergli dato una consapevolezza nei suoi mezzi che non aveva mai avuto prima. Così l’azienda vuole emanciparsi dalla sigla, Mi, che l’accompagna da sempre e che forse, accompagnando prodotti di qualsiasi genere, ha anche smarrito un po’ il suo senso.

Non si tratta di un’indiscrezione ma di una volontà ufficiale, quindi con la dichiarazione di un portavoce dell’azienda è già tutto scritto, non ci sono incertezze: dal terzo trimestre 2021, Xiaomi dirà addio a “Mi" togliendola da tutti i prodotti in commercio, che così cambieranno leggermente nome, e da quelli che arriveranno in futuro.

“Dal terzo trimestre 2021, la serie dei prodotti Xiaomi “Mi" (Mi Series) sarà rinominata (semplicemente, ndr) in Xiaomi. Il cambiamento unificherà la presenza globale del marchio ed eliminerà la diversa percezione tra il marchio e i suoi prodotti. […] La nuova denominazione per i prodotti – Xiaomi e Redmi – coinvolgerà nel tempo anche il nostro ecosistema e i prodotti di internet delle cose (IoT)" è la nota ufficiale dell’azienda.

La demarcazione tra Xiaomi e Redmi

Nota in cui è pure scritto che la separazione dei prodotti sarà definita esclusivamente dal brand, non più dalla linea (o gamma, se preferite): i prodotti a marchio Xiaomi saranno mediamente più costosi e pregiati rispetto a quelli degli altri brand della galassia, mentre quelli venduti da Redmi avranno come obiettivo l’innovazione ad un prezzo accessibile e quindi si rivolgeranno ad un pubblico più giovane.

Nel frattempo, in Cina, la “rivoluzione" è già partita: oltre al citato Xiaomi Mix 4, anche lo Xiaomi Mi 11 è già stato rinominato Xiaomi 11.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963