google play store batteria Fonte foto: Creative Caliph / Shutterstock.com
ANDROID

Il nuovo Play Store divora la batteria di alcuni smartphone: ecco quali

Il bug colpisce l’ultima versione dell’app e provoca un calo drastico di autonomia del telefono. Ecco cosa succede e quali sono i marchi coinvolti

La durata della batteria è una specifica a cui gli utenti prestano ormai molta attenzione. Di conseguenza se, da un giorno all’altro, il telefono consuma la carica in poche ore c’è qualcosa che non va e bisogna assolutamente indagare. Purtroppo, questo è il problema che da alcuni giorni coinvolge tanti dispositivi Android. Cosa sta succedendo?

Il motivo è da ricondurre all’app Google Play Store installata nei device della compagnia: l’ultimo aggiornamento, uscito il 27 settembre, ha un bug capace di divorare la batteria in poche ore. Il problema affligge telefoni di ogni marca, anche quelli prodotti da brand famosi come OnePlus o Samsung. Chi ha aggiornato lo Store di Google e ha notato un calo drastico della carica può essere stato colpito dall’errore di sistema. Riconoscere il problema è sicuramente importante, ma fino a questo momento Google ha fatto ben poco. Si attende una risoluzione nelle prossime ore.

Play Store divora la batteria: cosa sta succedendo?

Negli ultimi giorni gli utenti Android stanno riscontrando un problema importante nei propri telefoni. L’update di Play Store utilizza in modo anomalo la CPU del telefono. La causa non è ancora nota, ma i sintomi sono chiarissimi: la batteria ha un calo di circa il 70% in poco tempo.

Uno dei primi a segnalare il problema è stato Mishaal Rahman, che dal suo account Twitter dedicato soprattutto a news sul mondo Android, ha pubblicato uno screen, sottolineando che Play Store sta utilizzando in modo anomale ed esagerato la CPU del suo telefono e ciò ha portato ad un importante battery drain. Il problema – continua – affligge anche altri marchi. OPPO, OnePlus e Huawei sono i più colpiti. Ma ci sono alcune segnalazioni anche per Samsung e Vivo.

È curioso notare che proprio gli OnePlus, e nello specifico la famiglia di OnePlus 6 siano i dispositivi maggiormente colpiti. Attualmente non è ancora stata trovata una soluzione, anche se sembra che la versione del Play Store responsabile sia l’ultima, ovvero la 22.0.18 uscita il 24 settembre.

Perciò gli utenti che hanno notato un improvviso calo di autonomia dello smartphone nell’ultima settimana, possono verificare se possiedono sul loro dispositivo proprio questa versione dell’app. Se così fosse, probabilmente il problema è da ricondurre proprio al bug. Ciò che si può fare in tal caso è ripristinare la versione precedente oppure svuotare la cache dalle Impostazioni del dispositivo.

Bug Play Store: cosa dice Google?

La compagnia non ha ancora rilasciato alcuna dichiarazione ma gli utenti si attendono una risoluzione in tempi brevi.

Bisogna sottolineare che nessun software è perfetto: lo stesso Play Store ha una carriera di bug alle spalle, tanto da aver creato il suo Programma “bug bounty” ovvero un accordo tra sviluppatori, siti web e compagnie per cui se una persona scopre l’esistenza di un bug e lo segnala può avere una ricompensa in denaro.

Negli anni, sono stati diversi gli utenti ad aver partecipato attivamente per individuare e risolvere i problemi dell’app Android. Tuttavia, è difficile trovarne uno così importante. Ricordiamo infatti che la batteria è uno dei componenti che più stanno a cuore agli utenti di tutto il mondo.

Infine, negli ultimi giorni alcuni utenti Android stanno riscontrando un altro bug simile anche con Google News: sembra infatti che il servizio mentre lavora prosciughi la batteria. Nonostante il numero di questi casi sia comunque ridotto, l’azienda ha provveduto al rilascio di un nuovo aggiornamento venerdì. Ora si attendono quindi le medesime soluzioni anche per Google Play Store sperando che arrivino nel più breve tempo possibile.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963