truffe online PostePay
SICUREZZA INFORMATICA

PostePay, la truffa Facebook del finto servizio clienti

Una nuova minaccia sta mettendo a rischio i conti PostePay degli utenti su Facebook, ecco come agiscono i cyber criminali e come proteggere i nostri soldi

23 Luglio 2018 - Negli ultimi tempi i cyber criminali hanno preso fortemente di mira gli utenti di Poste Italiane e PostePay, soprattutto con delle campagne di email phishing. Ora una nuova minaccia per gli utenti PostePay sta circolando sul social media Facebook.

Sono già centinaia gli utenti del servizio di Poste Italiane che lamentano di aver subito un furto di denaro in seguito a una minaccia informatica riscontrata su Facebook. In alcuni casi delle persone lamentano furti anche superiori ai mille euro. Ma come fanno gli hacker a rubare i soldi degli utenti su Facebook? Semplice, da ormai diverso tempo Poste Italiane fornisce un servizio di assistenza clienti per i conti PostePay direttamente su Facebook Messenger. Negli ultimi tempi i cyber criminali si sono camuffati da servizio assistenza clienti su Facebook creando delle pagine fasulle per raggiungere gli utenti con un conto PostePay e raggirarli per rubare loro tutti i soldi.

La nuova truffa Facebook sui conti PostePay

Ma come agisce nel dettaglio la nuova truffa informatica legata a PostePay su Facebook? Molto semplice: i finti operatori di Poste Italiane contattano le vittime con un messaggio sulla chat di Facebook, grazie al quale informano l’utente che si sono riscontrati dei problemi sul servizio e che per continuare a utilizzare la PostePay serve fare un aggiornamento dei propri dati. Ovviamente non c’è niente di vero: lo scopo dei cyber criminali è quello di scoprire le informazioni riservate della nostra carta per poi poterci rubare i soldi. In alcuni casi i finti operatori di Poste Italiane chiedono anche il codice OTP, ossia il codice di sicurezza che ci arriva sullo smartphone per autorizzare una transazione, in maniera tale da avere tutti i dati possibili per fare dei bonifici ai loro conti.

Come difendersi da questa nuova minaccia Facebook

Difendersi da questa nuova minaccia alla nostra carta PostePay su Facebook non è complicato. L’importante è ricordarsi che Poste Italiane per dei problemi sul nostro conto non ci contatterebbe mai con un messaggio su Facebook Messenger. Le modalità usate dalle Poste sono solo le raccomandate o al massimo le chiamate al nostro numero di telefono. Tutti gli altri messaggi delle Poste che riceviamo online su email, social media e applicazioni dunque non sono altro che dei tentativi di truffa informatica che non dobbiamo stare ad ascoltare.

Contenuti sponsorizzati