instagram-icona Fonte foto: MichaelJayBerlin / Shutterstock.com
TECH NEWS

Profili Instagram in vendita, fenomeno in crescita

Sul social network c’è un nuovo e preoccupante trend che potrebbe minare la credibilità dei profili. Ecco di cosa si tratta

15 Aprile 2019 - Instagram non è solo l’app su cui pubblicare e condividere foto di gattini, selfie e paesaggi mozzafiato. Instagram è diventata negli anni un’enorme fabbrica di soldi. Uno degli esempi più eclatanti è rappresentato dagli influencer, profili con migliaia o milioni di follower che vengono retribuiti dalle aziende per ogni foto brandizzata condivisa nel loro profilo.

In realtà, esistono ulteriori dinamiche interne che permettono agli iscritti di guadagnare. Uno dei fenomeni più recenti è la compravendita di follower o addirittura di profili Instagram, un trend in crescita che inizia a prendere piede anche in Italia. D’altra parte, costruire una fan base è un lavoro duro, che richiede tempo, impegno, energie. Molte persone decidono quindi di affidarsi ai tantissimi gruppi pensati per gestire le compravendite di account, o addirittura si rivolgono alle agenzie che mettono in contatto chi vuole vendere e comprare un profilo.

Profili in vendita su Instagram: cosa succede?

Esistono sostanzialmente due modi – leciti – per incrementare il numero di follower su Instagram: creare un profilo coinvolgente con contenuti di qualità, capaci di attrarre seguaci in modo spontaneo; e poi c’è la possibilità di sponsorizzare i propri contenuti, in modo da aumentarne la visibilità, e di conseguenza anche i like e i follower del profilo. In entrambi i casi, però occorre tempo per vedere i risultati, inoltre bisogna avere dimestichezza col marketing per evitare di sprecare soldi in pubblicità improduttive. Accanto a queste soluzioni per aumentare il numero di follower, usando pazienza ed energie, ne esistono altre, poco lecite ed efficaci.

Il primo metodo è comprare falsi follower. Ebbene sì, molti profili Instagram comprano seguaci per raggiungere prima la fama, e magari ottenere qualche ingaggio per brandizzare i propri contenuti. Purtroppo, però non sempre l’aumento di seguaci corrisponde ad un maggiore coinvolgimento. Infatti, molti dei profili messi in vendita sono fake o bot, ovvero account costruiti per fare numero. Il secondo metodo è comprare direttamente profili che contano un enorme numero di follower, che dalla loro hanno spesso un importante engagement. Infatti, spesso i profili messi in vendita su Instagram sono il risultato di un lavoro spontaneo e di qualità. E questi sono sicuramente gli account più ambiti, perché dietro c’è del duro lavoro che qualcun altro ha fatto al posto dell’acquirente. Inoltre, questi profili si possono controllare prima di essere acquistati, e questa è un’ulteriore garanzia per chi è interessato.

La compravendita di account è una tendenza dilagante, che però viola le Condizioni d’Uso di Instagram, ed è per questo motivo che accordi e transazioni vengono mantenute segrete. Sulla piattaforma Vox diversi utenti recentemente hanno raccontato la sua esperienza con quest’attività, giustificandosi col fatto che ormai l’app sia per loro una fonte di guadagno importante. Su Facebook esistono addirittura dei gruppi chiusi pensati proprio per chi desidera comprare o vendere profili famosi, non solo su Instagram, ma anche Twitter, Youtube e altri social network. I costi dei vari account variano in base a diversi fattori. Per esempio, comprare un account Instagram con 25mila follower costa 26 euro, ma esistono anche profili più cari, per esempio per uno da quasi 80mila seguaci si raggiungono gli 800 euro, fino anche a migliaia di euro per account più popolari. Quelli più richiesti sono i profili delle celebrità, che partono da una fanbase importante e hanno sicuramente tante potenzialità. Esistono addirittura degli intermediari, che proprio come le normali agenzie, fanno da tramite tra chi vende e chi acquista, prendendo una percentuale.

Contenuti sponsorizzati